Milano si addormenta nell’ultimo quarto, il Caja Laboral espugna il Forum

L’EA7 Milano viene sconfitta nella terza giornata di Eurolega tra le mura amiche del Forum dal Caja Laboral per 85-95 . Alla vigilia della partita Milano era forte della doppia vittoria nelle prime due uscite europee, mentre i baschi erano reduci da una doppia sconfitta. Alla fine ha avuto la meglio la grande fame di vittoria degli spagnoli alla ricerca del primo successo, nonostante le assenze ed il brutto infortunio nel terzo quarto di Nocioni.

Decisiva dopo tre quarti molto in equilibrio è stata l’ultima frazione di gioco dove gli uomini di Ivanovic trascinati da San Emeterio (mvp della partita per il super ultimo quarto) e Nemanja Bjelica hanno avuto la meglio. Milano ha avuto la possibilità di allungare le mani sulla partita nel secondo quarto, quando ha raggiunto le undici lunghezze di vantaggio (35-24), ma in quel momento gli spagnoli non hanno perso la testa, e pian piano sono ritornati nuovamente sotto nel punteggio (44-43 all’intervallo). Molto condizionante infine per i milanesi è stato il quarto fallo fischiato a Bourousis nel cuore del terzo quarto. Il greco, infatti, il migliore in campo tra le fila milanesi insieme ad un Hairston in crescita, è potuto rientrare solo a metà quarta frazione quando i baschi a sorpresa,  visto lo scorrere la partita, hanno raggiunto la decisiva doppia cifra di vantaggio, con un parziale di 0-11 tra il 33’ ed il 36’. Molto deludenti le prestazioni di Cook e Fotsis, entrambi molto al di sotto rispetto le prestazioni di Zagabria, e di Lunedì scorso in casa in campionato contro la Virtus Roma.

 

L’Olimpia parte con le marce alte e grazie un gioco da tre punti di Langford va sul 7-2 al 2’, ma è un inizio illusorio per i milanesi. Gli uomini di Ivanovic con un contro parziale di 0-6, mettono la testa sul 7-8 al 4’. La partita si incanala su questo binario di equilibrio, che è confermato dal parziale del finale del primo quarto con l’Ea7 avanti di una lunghezza (18-17 al 10’). L’equilibrio resta il fattore dominante anche nei primi minuti del secondo quarto (23-24), poi i biancorossi milanesi, trascinati dal duo Langford-Bourousis, piazzano un break di 12-0 e raggiungono la doppia cifra di vantaggio sul 35-24 al 15’. Potrebbe essere la svolta della partita ma non è così. Il Caja prima piazza un parziale di 0-5(35-29 al 16’), poi sul 42-36 al 19’ diventa protagonista l’argentino Nocioni. Quest’ultimo subisce fallo da Fotsis, al greco saltano i nervi e subisce fallo tecnico. Nocioni realizza tutti i quattro i liberi a sua disposizione, e sulla azione seguente Mirko Bjelica realizza da tre per l’incredibile sorpasso dei baschi a dieci secondi dal termine della prima parte di gara (42-43). Un furioso Scariolo chiama time-out, dopo la sospensione Hairston va a segno da sotto, e così le squadre vanno nello spogliatoio con i milanesi che confermano il + 1 di fine primo quarto. Si ritorna in campo e Hairston riparte da dove aveva lasciato. Quattro punti in fila dell’ala americana ex Siena, e per Milano è +6 (52-46 al 22’). Sul 55-50 al 26’ in favore di Milano, Nocioni in entrata si scontra con la testa contro l’anca  del compagno Nemanja Bjelica rimane fermo sul parquet di gioco, e deve essere trasportato fuori in barella tra gli applausi del pubblico. Il Caja Laboral reagisce in maniera positiva all’infortunio del povero Nocioni, e con una bomba di Oleson impatta a quota 55 al 25’. I baschi, complice anche il quarto fallo di Bourousis continuano con il loro parziale (57-60 al 27’). San Emeterio prova a caricarsi i suoi sulle spalle, ma Alessandro Gentile con cinque punti in fila regala il +1 all’Olimpia fine terzo quarto (66-65 al 30’). Ad inizio del quarto decisivo continua l’equilibrio (69-70 al 32’), ma Nemanja Bielica con i suoi tiri dalla lunga distanza porta i suoi sul +4 (71-75 al 34’). Scariolo chiama un minuto di time-out, ma all’uscita del time-out sull’asse San Emeterio-Bjelica il Caja Laboral raggiunge il +10 (71-81 al 36’), ed il coach milanese si può rifugiare in un nuovo minuto di sospensione. Milano prova a reagire, ma con poco più di un  minuto da giocare i punti di vantaggio per gli spagnoli sono nove (77-86).  Hairston va a segno da tre (80-86), ma nell’altra metà campo gli risponde il mattatore della frazione finale San Emeterio con la stessa moneta (80-89), e per gli uomini di Vitoria si aprono le porte del successo sul legno milanese.

EA7 Milano-Caja Laboral 85-95 (18-17, 44-43, 66-65)

Milano: Stipcevic 3, Hairston 19, Bourousis 22, Cook 3, Chiotti 1, Melli 7, Fotsis 3, Gentile 10, Langford 13, Hendrix 4

Caja Laboral: Nocioni 12, M. Bjelica 6, Hernandez-Sonseca 2, Cabezas 11, San Emeterio 18, Lampe 12 , Heurtel 5, Oleson 7, N. Bjelica 20, Causeur 2

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata