Euroleague playoffs preview: il Fenerbahçe di Gigi Datome cerca l’impresa contro il Panathinaikos

Gigi Datome, Fenerbahce
Il Fenerbahçe di Gigi Datome cerca l’impresa contro il Panathinaikos

In un turno di quarti di finale di playoffs, la sfida tra la quarta e la quinta classificata della regular-season è sempre la più incerta e quella che maggior spettacolo garantisce. Effettivamente il faccia a faccia tra il Panathinaikos di Xavi Pascual e il Fenerbahçe di Zeliko Obradovic nei quarti della Turkish Airlines Euroleague promette faville.

Il Panathinaikos di Atene ha disputato un’eccellente fase regolare, soprattutto tra el mura amiche dell’OAKA, tra le quali ha vinto 14 dei 15 incontri disputati, perdendo solo il derby contro l’Olympiacos. Le ultime cinque vittorie consecutive, comprese contro Real Madrid e CSKA, permettono ai greci di presentarsi all’appuntamento come teste di serie e in splendida forma.

Il centro americano Chris Singleton, il playmaker ellenico che ha preso in mano l’eredità di Diamantidis Nick Calathes e il “sesto uomo” per eccellenza Mike James sono stati i giocatori più in evidenza durante i 30 incontri disputati finora. Il Panathinaikos ha registato la miglior difesa della competizione, incassando solo 2187 punti in 30 partite (neanche 73 di media).

D’altro canto, guardando solo risultati e classifica, la stagione del Fenerbahçe di Istanbul potrebbe sembrare una delusione, visto che l’anno scorso i turchi avevano dominato in lungo e in largo in Europa, mentre quest’anno la compagine del Bosforo ha fatto fatica. Va però considerato che il Fenerbahçe è stato falcidiato dagli infortuni per tutto l’anno: due mesi senza Bogdanovic, due settimane senza Datome, e poi fuori a turno tutti i big per piccoli o grandi fastidi.

Il centro Ekpe Udoh è stato l’MVP della regular-season, con 19.7 di valutazione media e cinque doppie-doppie. Bogdan Bogdanovic, che ha potuto disputare solo 17 dei 30 incontri, è stato il massimo realizzatore. Il nostro Gigi Datome è stato autore di una buona regular-season, con 9.6 punti di media in 28 incontri e tirando meglio da tre che da due, con un eccellente 42/90 (46.7%) dai 6.75; inoltre l’azzurro raramente sbaglia un tiro libero (95.6% dalla lunetta).

Una vittoria per parte nei due scontri diretti della regular-season, con il Panathinaikos vittorioso ad Atene per 81-70 (grazie a un imperiale Nick Calathes vicino alla tripla-doppia con 16 punti, 11 assist e 8 rimbalzi) e “vendetta” del Fenerbaçe alla Ülker Arena con netta vittoria turca per 84-63 e Gigi Datome massimo realizzatore dei suoi con 16 punti.

Pronostico estremamente complicato, siamo un po’ di parte e diciamo 3-2 per il Fenerbahçe, con Gigi Datome MVP della serie.