Euroleague: Il Fenerbahçe batte il Baskonia, tanta paura per James Nunnally

Fenerbahçe James Nunnally
Il Fenerbahçe batte il Baskonia in una partita segnata dalla brutta caduta di James Nunnally – Laura Cristaldi (SB)

Il Fenerbahçe di Gigi Datome e Nicolò Melli apriva il girone di ritorno della Turkish Airlines Euroleague affrontando il Baskonia in casa. Partita intensa e importante per entrambe le compagini, che avevano chiuso il girone d’andata un po’ al di sotto dei pronostici della vigilia. Alla fine si sono imposti i padroni di casa per 79-74, non senza faticare, in un incontro che ha lasciato tutti con il fiato sospeso per la bruttissima caduta di di James Nunnally.

Nicolò Melli scendeva in campo come d’abitudine con il quintetto iniziale, mentre Gigi Datome lo raggiungeva poco dopo. Primo quarto dominato dalle difese e parecchi attacchi, sia da una parte che dall’altra, non portati a termine nei 24 secondi. Un buzzer-beater di Janis Timma permetteva ai baschi di chiudere avanti il primo parziale 18-22. Gli uomini allenati da Pedro Martínez iniziavano molto concentrati il secondo parziale, toccando il +8 e costringendo Zeljko Obradovic a chiamare un time-out. Brad Wanamaker e Marko Guduric realizzavano dai 6.75 scaldando gli animi del pubblico locale, ma gli ospiti continuavano con il proprio piano di partita. Le due squadre andavano a riposo sul 36-38.

Una tripla di Guduric permetteva al Fenerbahçe di portarsi avanti nel marcatore, ma Vincent Poirier e Jayson Granger facevano sì che il Baskonia si riportasse in vantaggio. Una tripla di Nicolò Melli ridava il vantaggio locale sul 50-49, e James Nunnally realizzava nuovamente dall’arco. Intercambio di canestri e poi Ulker Arena ammutolita da una caduta dello stesso James Nunnally dopo una schiacciata. Il giocatore aveva sbattuto il collo dopo essere scivolato all’indietro ed era stato portato fuori in barella. Per fortuna si intravedeva del movimento da parte dell’ala in barella e dall’ospedale, dove era stato trasportato immediatamente per precauzione, arrivavano notizie positive da parte della stampa turca, che parlavano di giocatore cosciente, raggi X e risonanza magnetica negativi. Speriamo bene.

Tornando alla partita, i padroni di casa riuscivano a mantenere la concentrazione e Melli segnava ancora dalla linea della tripla. 63-59 per il Fenerbahçe dopo 30 minuti di gioco. Gli uomini di Obradovic iniziavano l’ultimo periodo molto ispirati, aumentando il proprio vantaggio, ma Pedro Martínez chiedeva un time-out e provava a spingere cercando la rimonta. La quarta tripla di Timma riportava sotto gli spagnoli, che si ritrovavano sul -2 con ancora 2 minuti e mezzo da giocare. Il rimbalzo offensivo dava aria ai padroni di casa in difficoltà al tiro, poi Wanamaker segnava il +6; il Baskonia sbagliava le ultime occasioni per rifarsi sotto e la partita si chiudeva con un laborioso successo locale.

Brad Wanamaker è stato l’MVP dei suoi, con 16 punti, 6 rimbalzi e 4 assist (24 di valutazione), Nicolò Melli ha chiuso con 9 punti (2 triple) e 3 rimbalzi in quasi 23 minuti,mentre Gigi Datome è rimasto a bocca asciutta in 11 minuti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *