Eurolega: Recap 3° Giornata

Andiamo ad analizzare come di consueto ciò che è successo in questo nuovo turno di Eurolega.

CSKA MOSCA – BROSE BAMBERG 76-67

Il Cska Mosca di Ettore Messina rimane imbattuto in Eurolega e conquista la terza vittoria di fila sul parquet di casa a scapito dei tedeschi del  Bamberg, ultimi nel girone. Match in equilibrio per i primi 3° quarti di gioco con i tedeschi che grazie a Gipson e Nachbar mettono paura ai moscoviti. Nell’ultimo quarto però arriva un parzialone di 13-0 per i russi che mette in ghiaccio la partita, con Weems, Khryapa e il solito Teodosic sugli scudi. Ottima la prova di Nenad Kristic (24 di valutazione) sotto le tabelle, mentre Jackson e Nicholas continuano a deludere.

LIETUVOS RYTAS – PARTIZAN BELGRADO 69-61

Prima vittoria in questa Eurolega per il Lietuvos Ryas che battono il Partizan Belgrado,ultimo nel girone con 0 vittorie. Alla Siemens Arena, i lituani recuperano uno svantaggio di 9 lunghezze accumulato tra 1° e 2 ° quarto, con un contro-break di 16-0 che ribalta l’andamento dell’incontro e mette i padroni di casa in controllo fino alla fine. Ottimo il lavoro di Katelynas nel pitturato ma i protagonisti assoluti sono Seibutis e Samardziski che con 14 punti a testa mettono in crisi la difesa serba.Negli ospiti buona la prova di Lucic (17 punti),delude invece Westermann, e le scarse percentuali dalla lunga distanza, con un misero 3/14,contribuiscono alla sconfitta.

 

FENERBAHCE ISTANBUL – REAL MADRID 75-83

Colpaccio esterno degli iberici che espugnano Istanbul grazie ad una perentoria prestazione di squadra. Il Real conduce dall’inizio alla fine ed è trascinato da un brillante Rudy Fernandez, autore di 21 punti e 5 assist. Tra gli ospiti spicca anche Mirza Begic, che fa la voce grossa sotto le plance con 14 punti e 6 rimbalzi e quel Jaycee Carroll (15 punti),sempre più convincente in versione “cecchino”. Nei turchi costretti sin dai primi minuti ad inseguire, risplende solo la stella di Preldzic, perfetto al tiro con un 100% nelle conclusioni che gli frutta un 19 di valutazione. Sottotono invece Romain Sato e la coppia di lunghi Batiste-Savas.

 

ELON CHALON – MACCABI TEL AVIV 61-90

Rimane imbattuto nel girone, il Maccabi Tel Aviv che si libera senza troppi problemi dei campioni di Francia dell’Elon Chalon. Incontro mai in discussione sin dal primo quarto di gioco, con gli israeliani che chiudono all’intervallo lungo con un perentorio 28-53.Ottima prova corale per i gialloblù che possono disporre di un Logan da 17 punti, micidiale dal perimetro, con Eliyahu e Shawn a dominare nell’area francese. Da sottolineare anche la prova a rimbalzo di Ohayon che aggiunge 8 punti e termina l’incontro con un 21 di valutazione. Nei francesi si salva solo il pivot Shelden Williams con 12 punti a referto.

REGAL BARCELLONA – BESIKTAS ISTANBUL 72-60

Vince e resta imbattuto il Barcellona che tra le mura amiche, piega le resistenze del Besiktas Istanbul. Il match si decide nell’ultimo quarto con i blaugrana che danno la sterzata decisiva all’incontro sull’asse dei lunghi Tomic – Jawai. Nei turchi è incontenibile Jerrells che tiene in vita i bianconeri fino a pochi minuti dal termine chiudendo con 18 punti e 21 di valutazione. I padroni di casa invece volano come dicevamo sulle ali dei giganti, Tomic (11 punti) e un dominante Jawai (14 punti e 8 rimbalzi) fanno la differenza nei momenti clou del match.Positive le performance di Mickael e Huertas che chiudono con 11 punti a referto.

OLYMPIACOS PIREO – ZALGIRIS KAUNAS 61-79

Vola in testa al proprio girone lo Zalgiris Kaunas, che va a sbancare il parquet dei campioni d’Europa dell’Olimpiacos Pireo. La chiave di volta dell’incontro si ha nel 3° quarto di gioco quando i biancoverdi ribaltano il punteggio fino a quel momento a favore dei greci grazie ad un superlativo Popovic (16 punti) e alle alte percentuali dalla lunga distanza. Nell’ultimo quarto un break di 0-12 a suon di triple firmato Kaukenas e Foote permette agli ospiti di scappare via sul 49-71.L’Olympiacos si sveglia troppo tardi e deve abdicare al fischio finale nonostante le buone prove di Spanoulis e Hines. Negli ospiti da sottolineare anche le prove di Lavrinovic D. e Lafayette,determinanti ai fini della vittoria.

ASSECO PROKOM – ALBA BERLINO 77-66

Prima vittoria in questa Eurolega per l’Asseco Prokom che mette ko l’Alba Berlino sul parquet di casa. Incontro in equilibrio fino agli ultimi 10’minuti di gioco, ma un monumentale Blassingame e il talento di casa Ponitka  permettono al team di polacco di scavare il solco decisivo. L’americano chiude con 16 punti e 10 assist, mentre il giovane polacco aggiunge 12 punti al referto. Negli ospiti sugli scudi  Wood  e Morley, che chiudono con 18 e 13 punti rispettivamente.

EFES ISTANBUL – CEDEVITA ZAGABRIA 85-66

Vittoria senza troppi fronzoli per l’Efes Istanbul che ottiene la sua seconda affermazione in questa Eurolega. La vittima sacrificale di turno è il Cedevita Zagabria, cenerentola del girone e mai veramente in partita durante tutti i 40’minuti di gioco. Jordan Farmar si veste da principale protagonista con 14 punti, 6 rimbalzi e 9 assist mentre l’altro ex Nba, Sasha Vujacic,aggiunge 18 punti al tabellino. Ottimo il contributo di Jamon Lucas (16punti) e di Dusko Savanovic ,che testimoniano il totale dominio dei turchi dal perimetro. Negli ospiti si salvano solo Marques Green e Bracey Wright con 14 punti a testa.

UNION OLIMPIJA LUBIANA – PANATHINAIKOS 67-85

Vittoria esterna del Panathinaikos che piazza il blitz sul campo degli sloveni dell’Olimpija Lubiana. I greci scappano via a fine primo tempo sul punteggio di 38-50 e non vengono più ripresi dai padroni di casa. Jonas Maciulis contribuisce alla vittoria con 18 punti e 5 assist ,seguito a ruota da Roko Ukic con 14 punti e  altri 5 assist. Stephane Lasme in uscita dalla panchina è autore di una gran prestazione con 13 punti e 8 rimbalzi . L’Olimpija, senza uno dei suoi principali terminali offensivi, ovvero Sasu Salin, ottiene 16 punti dal lungo Aaron Baynes ma nonostante ciò il gap a rimbalzo vede dominare i greci.

 

Basketitaly.it-Riproduzione Riservata

ALESSANDRO LUCCI

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *