Eurolega: Il punto sulla 4.a Giornata

Anche la 4.a Giornata della Regular Season d’Eurolega è andata ed ha portato con se le emozioni di sempre. Nella giornata in cui il CSKA e il Barcellona confermano di avere una marcia in più su tutti, e lo Zalgiris continua la sua favola, il MontePaschi si rilancia trovando il primo successo stagionale contro i francesi dell’Elan Chalon. L’Olympiacos batte Zagabria ed impatta in classifica con l’Olimpia Milano, sconfitta in casa del Kaunas. La notte si stende, invece, su Cantù.

Gruppo A
Il Feberbahce di Simone Pianigiani manda al tappeto i greci del Panathinaikos Atene per 73-64 al termine di una partita che, fatta eccezione per l’ultimo periodo, è sempre stata in controllo dei padroni di casa ed insieme al Real Madrid, vincente sulla Mapooro Cantù (Clicca Qui per andare alla cronaca), si porta in testa al girone con un record di tre vittorie ed una sconfitta. La sconfitta de Pana permette ai russi del Khimki di rilanciarsi in classifica imponendosi per 75-65 contro l’Union Olimpija. Sugli scudi, per il Khimki, uno spettacolare Fridzon da ben 20 punti (3/5 da 2 e 4/6 da 3). La Pallacanestro Cantù, mentre dovrà immediatamente mettersi a lavoro, può almeno “gioire” per la sconfitta dell’Union che le consente di non trovarsi da sola in fondo alla classifica.

Gruppo B
Arriva il primo successo stagionale per il MontePaschi Siena e, finalmente, la luce si intravede alla fine del tunnel. Il Maccabi Electra domina sempre più la scena andando ad occupare la prima piazza solitaria dopo la quarta vittoria in altrettante partite. Vittima di turno è stata l’Asseco Prokom, sconfitta col punteggio di 93-62 al termine di una partita praticamente mai in discussione. La partita clou della serata, però, è stata quella tra l’Unicaja Malaga e l’Alba Berlino. Era in gioco il ruolo da anti-Maccabi ed i padroni di casa dell’Unicaja non hanno fallito contro i tedeschi, mai domi, andandosi ad imporre con il punteggio di 67-62 con Calloway (14 punti) e Simon (12) mattatori della serata. Al di sotto del trio appena citato, Maccabi-Malaga-Berlino, un altro trio di squadre tutte con una vittoria all’attivo e pronte al rilancio alla prima occasione possibile. Non c’era, infatti, occasione migliore per il MontePaschi di sbloccarsi che nella giornata nella quale il Prokom era in scena sul campo del Maccabi e l’Elen-Chalon arrivava al PalaEstra. Al termine di una partita piuttosto accesa, e caratterizzata da clamorose luci ed ombre per i bianco-verdi, gli uomini di Banchi sono riusciti nell’intento di trovare il primo successo imponendosi per 93-90 (clicca qui per andare alla cronaca della partita).

Gruppo C
Per l’EA7 Milano l’occasione di piazzarsi nelle zone alte del terzo raggruppamento era piuttosto ghiotta ma contro lo Zalgiris di questa stagione c’è veramente poco da fare. La partita è vinta da Kaukenas e Co. (clicca qui per andare alla cronaca) per 92-87 e questo significa: fuga solitaria dei lituani ed ennesimo esame, per diventare grande, fallito dagli uomini di Sergio Scariolo. Il “passo falso” dei Milanesi permette, tra l’altro, all’Anadolu Efes di occupare la seconda piazza solitaria del girone in virtù dell’incredibile successo esterno, per 64-76, sul Caja Laboral Vitoria. Una vittoria incredibile non solo per i pronostici alla vigilia ma anche e soprattutto per lo svantaggio di 18 lunghezze che i turchi avvertivano all’intervallo lungo (48-30). Nel secondo tempo il Vitoria, convinto già del successo, si spegne ed incassa il prepotente ritorno del Caja che le rifila ben 46 punti contro gli appena 16 punti messi a referto dal club di casa. MVP Jordan Farmar con 18 punti (6/8 da 2 e 2/2 da 3). Anche i campioni in carica dell’Olympiacos approfittano della sconfitta dell’Olimpia vincendo di misura (79-77) la partita contro il Cedevita Zagabria sempre più fanalino di coda. Per i greci da segnalare la prestazione maiuscola di Jordan Farmar autore di 18 punti (6/8 da 2 e 2/2 da 3).

Gruppo D
Se lo Zalgiris Kaunas detta continua a stupire, non stupiscono, ma confermano ogni parola della vigilia, il Barcellona ed il CSKA Mosca. Le due squadre trovano rispettivamente la quarta vittoria consecutiva e fanno il vuoto dietro. Piuttosto emozionante la partita in Spagna con il Barcellona che è costretto ad impegnarsi fino alla fine per uscire dal proprio palazzetto con i due punti in tasca. Il punteggio finale sarà di 85-82 con gli uomini di Xavier Pascual che hanno rischiato brutto nel finale di partita bruciando i 12 punti di vantaggio che avevano alla fine del terzo periodo di gioco. Devastante la prestazione di Marcelinho Huertas con 24 punti e 9 assist. Decisamente meno impegnativa, invece, la serata degli uomini di Ettore Messina che passeggiano in Turchia sul campo del Besiktas. I padroni di casa durano un quarto prima di cedere inesorabilmente sotto i colpi di Krstic e Weems, entrambi capicannonieri della serata con 18 punti. Alla fine dei 40’ di gioco il tabellone luminoso indica un pesante 58-85 per gli ospiti. Segnali di vita arrivano anche dal Brose Bamberg che trova il primo successo stagionale contro il Lietuvos Rytas per 84-78 che le permette di raggiungerla anche in classifica. Resta, invece, a quota zero ancora il Partizan.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata