Euroleague: Il Real Madrid espugna il parquet del Fenerbahçe

Real Madrid
Luka Doncic è stato il migliore in campo nella vittoria del Real Madrid a Istanbul

Ultima partita del girone d’andata della Turkish Airlines Euroleague, con una sfida di lusso tra il Fenerbahçe e il Real Madrid, rivincita della semifinale della scorsa Final-Four, in occasione della quale avevano stravinto i turchi. Gli spagnoli si sono vendicati imponendosi per 77-79 al termine di una sfida lunga e intensa.

Nicolò Melli scendeva in campo con il quintetto titolare, assieme a Brad Wanamaker, Kostas Sloukas, James Nunnally e Jason Thompson. Dopo i primi minuti di studio, con tanti errori e senza canestri, il Real Madrid rompeva il ghiaccio con Edy Tavares, ma poi i padroni di casa si attivavano con i piccoli: Nunnally, Sloukas e Wanamaker davano il primo vantaggio importante alla compagine allenata da Zeljko Obradovic. Il Real Madrid faceva fatica a trovare la via del canestro e il primo quarto si chiudeva con il Fenerbahçe avanti 17-10.

Gigi Datome, che era entrato in campo sul finale del primo parziale, continuava in campo nel secondo, mentre il Real Madrid trovava la prima tripla dell’incontro con Jaycee Carroll accorciando le distanze, ma Bobby Dixon ristabiliva il +7 sempre dai 6.75. Gigi Datome commetteva il secondo fallo personale su Luka Doncic, e poi chiudeva bene in difesa, impedendo il canestro dei blancos. Un centro di Felipe Reyes riavvicinava gli spagnoli, ma Jan Vesely dava il suo contributo per mantenere il divario. Edy Tavares commetteva due falli antisportivi consecutivi e veniva squalificato; in ogni caso il Real Madrid trovava buone giocate raggiungendo il pareggio sul 32 pari. Brad Wanamaker segnava sulla sirena e le due squadre andavano all’intervallo sul 36-37.

Luka Doncic metteva a segno il primo canestro del terzo quarto, Nicolò Melli entrava in campo alternandosi al proprio Datome in difesa sul talento sloveno, e mentre Obradovic sbuffava in panchina, la sua squadra faceva fatica a tenere il campo. L’aggressività di Brad Wanamaker dava una scossa e Gigi Datome realizzava il suo primo canestro, una tripla che dava il vantaggio ai suoi sul 49-48, poi l’azzurro segnava ancora, ma l’inarrestabile Doncic continuava a mantenere i suoi in partita. Gigi si dimostrava caldo con un altro canestro, ma Trey Thompkins metteva a segno da tre. Kostas Sloukas segnava sulla sirena e le due squadre andavano all’ultimo riposo con il Real Madrid avanti 61-62.

Wanamaker raggiungeva i 20 punti personali grazie a una tripla realizzata su assist di Gigi Datome, e la stessa ala azzurra raggiungeva la doppia cifra sempre dai 6.75. L’incontro continuava con scambi di laboriosi canestri, errori provocati, falli e giocate intense. Carroll metteva a segno il 70-71, mentre il Fenerbahçe continuava a collezionare palle perse. Datome provvidenziale segnava una tripla vitale, quella del 75-76, ma Jan Vesely commetteva un fallo antisportivo su Doncic, che dalla lunetta ridava un certo vantaggio agli ospiti. Il primo canestro di Nicolò Melli arrivava provvidenziale, con il 77-79 quando mancava meno di un minuto di gioco. Wanamaker sbagliava il canestro del possibile pareggio e il Real Madrid espugnava la Ülker Arena.

Luka Doncic è stato l’autentico dominatore della sfida, sfiorando la clamorosa tripla-doppia, con 20 punti, 10 assist, 8 rimbalzi e 37 di valutazione. Per il Fenerbahçe non sono bastati i 20 punti di Brad Wanamaker. Per Gigi Datome 12 punti e 5 rimbalzi mentre per Nicolò Melli 2 punti e 7 rimbalzi.

 

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *