Euroleague: una grande Milano si spegne nel terzo quarto, vince il Cska

La nuova Milano di Pianigiani si appresta ad affrontare l’improba sfida al Cska Mosca che aprirà la nuova stagione di Turkish Airlines Euroleague. Assenti in Russia Cinciarini, Pascolo e Dragic, oltre al lungodegente Young.

L’ottimo inizio di Micov, che infila due bombe, costringe Itoudis al timeout sul 4-11 per la squadra italiana. Milano arriva anche al +10 non sbagliando nulla in attacco e giocando con disciplina in difesa. Tarczewski si fa valere sotto entrambi i tabelloni, consentendo ai suoi di portarsi al 10-24. Il grande impatto di Higgins consente al Cska di limitare i danni, ma Goudelock sulla sirena del primo quarto segna il 16-30.

Il Cska si risveglia dal torpore iniziale soprattutto grazie alla fisicità di Othello Hunter, che si fa sentire a rimbalzo, 24-33. Micov è il migliore dei suoi e aggiunge alla squadra qualità in ogni voce,  con tiro dalla lunga, attacco dal palleggio, assist e leadership. Rodriguez prende per mano il Cska guidando la rimonta: 34-41. Due magie di Goudelock riportano Milano sulla doppia cifra di vantaggio. All’intervallo il punteggio dice quindi 38-48 per una sontuosa Armani Milano, che stupisce a Mosca con una prova perfetta.

Migliore per distacco Micov, che con 10 punti, 3 rimbalzi e 3 assist dimostra di essere giocatore da parquet europei.

La mossa di Itoudis dell’impiego di  Clyburn da 4 paga dazio, con il parziale moscovita che porta il punteggio sul 47-50. Timeout di Pianigiani per correggere le mancanze sulla difesa della transizione. Il periodo della partita sorride al Cska che sorpassa con la schiacciata di Higgins, uno dei migliori in campo. Milano si aggrappa alla solidità di Gudaitis, che arriva a 11 punti. Scambio di triple tra Rodriguez, grande fattore nel terzo quarto, e Kalnietis. Clyburn, dopo una rubata a Micov, appoggia il nuovo vantaggio CSKA, 65-64 a fine terzo quarto. La grande aggressività difensiva del CSKA consente ai moscoviti di segnare facilmente in contropiede e Milano accusa i primi segni di stanchezza.

Grande equilibrio a inizio quarto periodo, si distinguono Goudelock e De Colo, grande assente fino a questo momento. Milano dimostra di saper mantenere i nervi saldi e si tiene attaccata, 71-70. Theodore è encomiabile per impegno ma ha difficoltà nel marcare le guardie del CSKA. Ormai De Colo si erge a padrone del match, ma è Westermann a costringere Pianigiani al timeout, 80-72. Un gioco da tre punti di De Colo pare chiudere le ultime speranze milanesi, 83-74. Troppe palle perse da parte dell’Armani la puniscono in termini di punteggio, 87-78.

Il punteggio finale recita 93-84.

Il migliore Micov per i meneghini, continuo e concreto nell’arco della partita. Bene anche Goudelock, nonostante i problemi difensivi, e Gudaitis.

Cska Mosca: De Colo 19, Westermann 3, Antonov, Rodriguez 20, Vorontsevich, Clyburn 15, Higgins 21, Kurbanov 4, Hines 6, Hunter 5. 

Armani Exchange Milano: Goudelock 17, Micov 16, Kalnietis 3, Fontecchio, Tarczewski 7, Cusin, M’Baye 5, Theodore 7, Jefferson, Bertans 14, Gudaitis 15.