Euroleague – Dopo il Real, altra sfida proibitiva: l’Olimpia affronta l’Olympiacos

Papanikolaou in maglia Olympiacos

Non c’è tempo per riflettere ancora sulla sconfitta contro il Real Madrid, visto che l’Olimpia Milano sarà di nuovo in campo contro l’Olympicos. La sfida del Pireo metterà di fronte un rinnovato Oly alla squadra di Pianigiani, a caccia di un colpo esterno riuscito di recente solo nella magica annata 2013/2014. Palla a due alle 20.00, con diretta solo su Eurosport Player. 

L’Olympiacos è 2-0 in EL e ancora imbattuto in campionato

La squadra di Atene, dopo l’arrivo di Blatt ha rinnovato parte del roster, aggiungendo William-Goss, Toupane, LeDay, Timma e Vezenkov. In pratica un quintetto nuovo da innestare sullo zoccolo duro greco, che ha un anno in più sulle spalle, ma è sempre tra i più temibili in Europa. L’Oly ha vinto contro il Khimki e il Baskonia fuori casa ed è stata capace di sfondare quota 80 punti in entrambe le gare, nonostante il Pace della squadra (il ritmo di gioco) sia sotto media in Euroleague (se vi interessate di stats avanzate, DOVETE leggere il Blog di Cappe). Milano dovrà quindi capire come gestire il ritmo, perché il rischio è che corra dietro la squadra greca, sempre in affanno. Le scelte offensive, in particolare di Mike James, saranno decisive da questo punto di vista: il play di Milano dovrà giocare più con i compagni e forzare un po’ meno. Probabilmente i match-up difensivi sono migliori rispetto a quelli con Real, in particolare sotto canestro. Un’altra chiave sarà la prestazione di Kuzminskas, evanescente con il Real.

L’impresa sembra ardua, ma il percorso di crescita dell’Olimpia passa anche da queste partite e dalle letture che al loro interno.