Euroleague – Il Baskonia combatte ma il Cska vince anche gara 2

teodosic

Dopo una vittoria a punteggi altissimi altissimi (98-90) in gara 1, il Cska si prepara a ricevere il Laboral Kutxa Baskonia per gara 2 dei playoffs di Turkish Airlines Euroleague.

Si prospetta un altro show offensivo in una sfida tra due dei migliori attacchi della competizione.

Coach Alonso, che lamenta l’ennesimo lungo stop di Andrea Bargnani, lancia in quintetto Voigtmann al posto di Diop, Shengelia per Tillie e Hanga al posto di Beaubois, stravolgendo il quintetto rispetto a gara 1. Entrambe le difese collassano troppo facilmente, il ritmo è sostenuto e il punteggio al primo timeout lo dimostra: 10-11 dopo neanche 5 minuti. Nella seconda metà del primo quarto sale in cattedra De Colo, che chiude con 7 punti nel 21-20 finale. Il Baskonia, pur con qualche concessione difensiva nel pitturato, mantiene una buona precisione al tiro (85% da due punti).

Teodosic illumina l’inizio del secondo quarto con assist perfetti per i taglianti del CSKA, ma la risposta è subito servita da un protagonista inaspettato, Budinger (7+3+3 a metà gara), che porta i suoi in vantaggio per 28-30. I minuti centrali vedono infine un arresto della produttività offensiva e alcuni errori tecnici anche banali da parte di entrambe le squadre. Nonostante i punti di Beaubois (10), i contropiedi che derivano da palle perse di Larkin e compagni che creano  il divario a fine secondo quarto, 40-35.

Ad inizio terzo periodo Budinger e Beaubois aiutano ancora una volta a ricucire il gap e limitare i danni provocati da un Teodosic ispirato (tutti i 15 punti iniziali provengono dalle sue mani), 55-44.  Il Cska prova a prendere il largo, mentre Teodosic diventa inarrestabile. La stella serba arriva in un istante a 16 punti e 7 assist, allontanando il Baskonia da solo. La soluzione di Alonso si chiama Jaka Blazic, messo ad inseguire il migliore degli avversari e inspiegabilmente poco utilizzato nella serie. L’esperienza e la conoscenza reciproca dei giocatori del CSKA aiutano la squadra di Itoudis a tenere a distanza gli avversari anche a fine terzo quarto, 69-58.

Il Baskonia prova a mettere il massimo della pressione difensiva, grazie al miglior quintetto schierabile in questo senso: Laprovittola, Blazic, Hanga, Tillie e Diop. Solo 2 punti per il Cska nei primi 4 minuti e piccolo parziale Baskonia, 71-63. Tuttavia le percentuali dall’arco non aiutano la rimonta e il Cska mantiene le distanze anche con Teodosic e De Colo in panchina. Il quinto fallo di Hanga interrompe la fase in cui dominanano e apre le porte al talento offensivo di Beaubois, 77-70 a 2′ e 30″ dal termine. Dopo un gioco da tre punti di Larkin, fino a questo momento impalpabile, gli ospiti tornano a crederci. Hines prova a mettere la parole fine sulle velleità dei baschi attaccando frontalmente Tillie e segnando col fallo, 80-73, ma due tap-in consecutivi riavvicinano il Baskonia. Finale infuocato, ospiti a meno 3 sull’80-77 a poco più di un minuto dalla sirena finale. Voigtmann segna in avvitamento, il Cska ha possesso sul +1 e Jackson segna in penetrazione.

Ultimo attacco degli ospiti sull’82-79 a 14″ dal termine. Beaubois segna da tre dall’angolo ma il Cska ha ancora il tempo per un ultimo attacco, durante il quale Hines subisce fallo a rimbalzo a 1″ dal termine, segna entrambi i liberi e chiude la partita, tra le proteste di Sito Alonso.

Cska Moscow 84 – 82 Baskonia Vitoria 

L’Mvp é Milos Teodosic con 16 e 8 assists, quasi tutti messi a segno nel parziale del terzo quarto. Menzione d’onore per Beaubois, che mette a segno 21 punti tra cui la tripla che stava per portare la partita ai supplementari.

Cska Mosca : De Colo 10, Teodosic 16, Augustine 9, Fridzon 8, Jackson 7, Vorontsevich 2, Higgins 8, Khryapa 6, Kurbanov 8, Hines 10. All. Itoudis

Baskonia Vitoria: Larkin 8, Voigtmann 10, Hanga 6, Beaubois 21, Blazic 2, Diop 7, Tillie 10, Laprovittola 3, Shengelia 3, Budinger 12, Luz. All. Alonso