Drake Diener questa volta non basta Bilbao passa a Sassari.

In una gara splendida per l’intensità messa in campo, Sassari cede dopo un supplementare a Bilbao, protagonista Kavialuskas in maglia ospite e il solito Drake Diener fra i sardi. La Dinamo parte con M.Green e Drake Diener in quintetto e la presenza del numero 4 nello starting five vede subito la ricerca del pick and roll con Jhonson; 2-2 dopo 2minuti, con lo stesso Jhonson cercato ripetutamente nel pitturato.
La continua ricerca di Jhonson al centro dell’area permette a Sassari di crearsi dei vantaggi anche sul perimetro; Bilbao risponde ugualmente cercando il gioco in post basso soprattutto con Mumbru e Carmicheal.
Si viaggia a ritmi contenuti, con le due squadre che provano anche dalla distanza, con Bilbao a comandare e Sassari a mordere le caviglie; la squadra di Sacchetti costruisce diverse azioni piacevoli, facendo girare in maniera ottima la palla e sfruttando il suo atletismo per attaccare la zona, i frutti raccolti però non solo quelli sperati, con la Dinamo che sbaglia diversi tiri aperti. 12-15 a 2′ dalla sirena.
Il bonus esaurito dai padroni di casa e dei fischi un po’ dubbi, permettono agli ospiti di portarsi anche a +7. Lukauskis chiude il quarto con la tripla del 18-25 con Sassari che scopre una panchina lunga e solida.
Bilbao continua a martellare dalla lunga distanza e complice delle ottime percentuali anche dal pitturato, riesce in apertura di secondo quarto a trovare anche la doppia cifra di vantaggio 20-30 a 7’43” dalla sirena, con il penetra e scarica dei Baschi, vera spina nel fianco della difesa bianco blu. Sul 22-35 arriva il time out “MINI” di coach Sacchetti.
Il minuto di sospensione sembra fare a meglio agli ospiti che fuggono sino al +17, con i cugini Diener a suonare la carica per Sassari, Jhonson però commette il secondo e il terzo fallo in brevissimo tempo, costringendo coach Sacchetti a modificare l’assetto della squadra. 28-39 a 3′ dall’intervallo lungo.
Sassari che nel primo quarto aveva sbagliato diversi tiri aperti, trova dalla lunga distanza, una grandinata di triple che riapre la gara, Drake Diener è il protagonista M.Green e Sacchetti lo aiutano e nell’ultimo minuto del secondo quarto il punteggio dice 40 Sassari 46 Bilbao, che trova da Mumbru delle soluzioni offensive estemporanee, ma altrettanto efficaci.
Si chiude sul 41-46 con Drake Diener a quota 14 e le terna arbitrale che mette in mostra un metro di giudizio ed interpretazione delle situazioni di gioco davvero differente rispetto al campionato italiano.
8/22 dai 6.75 per Sassari dopo 2 quarti, è la soluzione offensiva preferita dai padroni di casa, tanto da sceglierla ben 13 volte in più dei tiri dentro l’area. Bilbao invece fa la voce grossa a rimbalzo, 8 in più di Sassari, con ben 7 carambole offensive contro le sole 3 dei padroni di casa; proprio i tiri da seconda opportunità permettono ai Baschi di mantenere la testa della gara.

I tre falli di Jhonson spingono coach Sacchetti e inserire suo figlio Brian nel quintetto del terzo quarto, fiducia ripagata alla prima azione con il canestro del -3; la partita si accende e diventa estremamente fisica, tanti i contatti non fischiati da una parte e dall’altra; Brian Sacchetti inventa una magia per il pareggio e la grande difesa di Sassari, propizia il sorpasso sul 50-48 firmato dal contropiede di Thomas. Coach Pueyo decide di chiamare il time out, ma Bilbao sembra soffrire soprattutto l’accoppiamento Sacchetti Mumbru, con il n°14 davvero sugli scudi su entrambi i lati del campo.
Più passano i secondi, più diventa maschio il gioco; M.Green esce fra gli applausi e il rientro di Jhonson e Vanuzzo per una Dinamo più fisica, non fa calare l’intensità di gioco. 56-55 a 1’39” dall ultimo intervallo.
Sacchetti inventa un quintetto con tutti e tre i play in campo, Bilbao si adatta a zona e M.Green la punisce, dall’altra parte del campo Sassari soffre nel pitturato, ma vedere i tre registi in campo è un piacere e l’ultima azione del quarto con la tripla di Fernandez e la difesa di Bilbao a spasso per tutta la metà campo permette alla Dinamo di chiudere in vantaggio il terzo quarto 61-57 al 30′.
Bilbao in apertura di frazione riesce a sfruttare il vantaggio fisico e complice un parziale di 5-0 ritrova la testa della gara e costringe la panchina Sassarese al time out.
Capitan Vanuzzo restituisce la cortesia per il nuovo controsorpasso biancoblu; si viaggia punto a punto con ancora una volta il capitano della Dinamo a mettersi in luce, prima un bellissimo taglio servito da Caleb Green, poi subisce fallo sul tiro dai 6.75, regalando ancora una volta la testa della gara alla Dinamo, con Bilbao che prova a replicare, attaccando la zona ordinata da Sacchetti con Kavaliasukas, capace di ottimi movimenti in post basso.
Bilbao continua a scegliere la zona, Brian Sacchetti trova la tripla del +4 sul 75-71 a metà quarto.
Il vantaggio fisico dei Baschi permette agli ospiti di non perdere la bussola, anzi con la tripla di Bertans, a 3′ dalla fine, ritrovano la testa della gara, riuscendo a costruire con grande pazienza le conclusioni offensive. 77-78 e time out Sassari.
Kavaliauskas, mette in luce i limiti della difesa Sassarese e dopo il quarto fallo di Jhonson Bilbao si porta in vantaggio di tre lunghezze, con Drake Diener a ricucire lo strappo subito dopo. 80-80 a1’30” dalla fine.
Gabriel, sfruttando ancora una volta il vantaggio fisico riporta in testa Bilbao, Sacchetti risponde di nuovo con i 3 piccoli,ma con Drake in campo; si arriva 82-82 all ultimo possesso dopo un tap in di Caleb Green, parità che Gabriel non converte nella vittoria Basca con la gara che si allunga di 5 minuti.
La scelta di Sacchetti di scegliere 3 piccoli, con un quintetto estremamente basso, continua a pagare in attacco, ma permette a Bilbao di trovare spesso degli accoppiamenti vantaggiosi, con Drake Diener però a ricordare che ha ragione chi fa canestro e la partita prosegue sul binario della parità 88-88 a 2’20” dalla fine.
Mumbru trova la tripla del +5 a 1′ dalla fine, in una gara dall’intensità davvero alta; Sassari litiga con la lunetta e si affida alla zone press per ricucire lo strappo, Bertans fa 1\2 ma Bilbao mantiene i 5 punti di margine, T.Diener sbaglia la tripla del -2 e Kavaliauskas, vero dominatore dell’area con la correzzione che vale il punto numero 21, chiude la gara a 33″ dalla fine.
Finisce 94-100

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *