Max Menetti: A San Pietroburgo concentrazione e sacrificio per provare a fare un altro capolavoro

Prosegue senza sosta il cammino della Grissin Bon nei quarti di finale di Eurocup. Dopo la bellissima vittoria di gara1 in un PalaBigi vicino al sold out, la truppa di Max Menetti ha sostenuto già ieri mattina una seduta nell’impianto cittadino di via Guasco. Lavoro atletico di pesi agli ordini del Preparatore Fisico Massimo Di Giovanni ed allenamento tecnico-tattico il menu dei biancorossi, prima della partenza per l’aeroporto di Verona nel primo pomeriggio, con arrivo poco dopo le 23 a San Pietroburgo e trasferimento in hotel.

Nella mattinata odierna riposo e lavoro al video per i reggiani, prima dell’allenamento delle ore 14 locali (le 12 italiane) nella palestra del centro di allenamento dello Zenit, condiviso con la locale squadra di calcio. Domani mattina è prevista la consueta rifinitura all’interno dell’arena principale, prima della palla a due fissata per le ore 16 italiane (ore 18 locali).

Tutti gli appassionati potranno seguire il match in diretta streaming su Eurosport Player alle 16 ed in differita tv alle ore 21:30 su Eurosport 2 (canale 211 del pacchetto Sky). In caso di vittoria della Grissin Bon in terra russa i biancorossi per la prima volta nella loro storia raggiungerebbero le semifinali di Eurocup, da giocarsi ancora in una serie al meglio delle 3 partite con la vincente del duello Lokomotiv Kuban Krasnodar – Herbalife Gran Canaria; in caso di sconfitta invece tutto sarebbe rimandato alla decisiva gara 3, la quale verrebbe disputata mercoledì prossimo, 14 marzo, alle ore 20:30 al PalaBigi di Reggio Emilia.

Alla vigilia dell’allenamento odierno il tecnico Max Menetti ha presentato l’incontro di domani ai microfoni di Grissin Bon Channel: “Siamo arrivati già ieri sera per recuperare tante energie fisiche e mentali e per preparare al meglio quello che dovrà essere per noi un piccolo capolavoro, che potrebbe consentirci di raggiungere un traguardo storico quale è la semifinale di Eurocup. In gara 1 siamo stati bravi a contenere lo Zenit, una squadra forte che ha già dimostrato le sue potenzialità in questa stagione sia in Eurocup che in VTB; ci vorrà pertanto tanta concentrazione, volontà, spirito di sacrificio e sofferenza per reggere l’urto per 40 minuti e riuscire a dare la zampata finale”.

Anche James White, il quale ha disputato la stagione sportiva 2009/2010 proprio a San Pietroburgo con la divisa dello Spartak, ha parlato dell’importante partita in terra russa: “Abbiamo l’opportunità di entrare nella storia di Reggio Emilia e portare avanti con onore il movimento del basket italiano. Sentiamo questa responsabilità che ci dà tanta carica e motivazione. Sappiamo di dover giocare una partita molto dura con tanta intensità e concentrazione, cercando di replicare quanto di buono fatto in gara 1 e facendoci trovare pronti di fronte alla reazione di una grande squadra quale è lo Zenit”.

Arbitreranno l’incontro l’israeliano Seffi Shemmesh, lo sloveno Saso Petek ed il montenegrino Igor Dragojevic.

Ufficio Stampa Pallacanestro Reggiana

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *