Champions League – Ultimo quarto da Leoni, la Reyer batte il Pinar 74-66 ed è Final Four!

walter de raffaele reyer venezia 2017-03-27

Serata storica e magica per l’Umana Reyer Venezia! Ribaltato il 71-74 battendo nel sold-out del PalaTaliercio il Pinar Karsiyaka 74-66 ed accede alle Final Four. La Reyer ha faticato a domare la compagine turca che per tre quarti ha tenuto testa alla formazione allenata da coach De Raffaele ma con l’inizio dell’ultimo quarto Venezia con un 10-0 di break ha portato l’inerzia dalla sua andando sul +13 a 4’51” dalla fine, 65-52. Il Pinar ha cercato di rimontare, ma inutilmente, con Venezia che ha controllato sino al termine. Ora testa al campionato per gli oro-granata: la Reyer sarà impegnata contro la Sidigas Scandone Avellino nel posticipo di lunedì prossimo sempre al PalaTaliercio.

CRONACA_ L’avvio del match è di marca Reyer per il 7-2 dopo 4′; la formazione turca però, sostenuta dal tifo incessante di 200 sostenitori giunti da Izmir, mantiene il passo grazie a un ottimo Owens, 18-16 dopo 9′, per l’ex pivot dell’Umana 13 punti nel primo quarto. Dopo i 2/2 ai liberi di Ejim, Baygul mette la tripla del -1 per il 20-19 del primo periodo. A 20 centesimi dalla fine non viene decretato un canestro di Venezia su instant replay; Ponitka subisce fallo da Ejim, ma dalla lunetta fa 0/2, 20-19 dopo i primi 10 minuti. Viggiano e Ortner portano Venezia sul 25-19 dopo 13′ ma il Pinar con le triple di Petway e Brown impatta, 25-25 dopo 14′. Fallo tecnico per proteste fischiato a Mike Green, Haynes dalla lunetta realizza. Ma Brown dà il primo vantaggio turco, 26-27 al 15′. Il match è ad elastico ed in equilibrio che non si spezza: Haynes e Viggiano provano a dare la scossa per la Reyer, ma il Pinar regge, 36-34 dopo 19′, time-out rosso-verde. I viaggianti con Petway e la tripla di Brown rovesciano l’incontro per il 36-39 all’intervallo a favore dei turchi. Da segnalare un’accesa discussione tra Green e Petway prima di introdursi nel tunnel degli spogliatoi.
Secondo tempo, il match prosegue senza strappi con Venezia avanti, 42-41 al 23′. Brown si prende le redini del Pinar per il 42-45 al 25′. Intanto il pubblico del PalaTaliercio si scalda per alcune decisioni arbitrali discutibili, il Pinar vola grazie a Owens sul +6, 42-48 al 27′. Peric ed Ejim riducono le distanze per il 46-48 al 28′, time-out ospite. Ejim e Filloy con i canestri dai 6,75 fanno esultare il pubblico, 52-48 al 29′, poi dopo i liberi di Green e Ejim, è Brown a chiudere il terzo periodo per il 53-51. Ultimo quarto, il Taliercio è una bolgia, la Reyer apre gli ultimi 10 minuti con un 6-0 firmato Filloy-Bramos, 59-51 a 8’33” dalla fine, time-out Pinar. Ejim con due schiacciate fa decollare Venezia che migliora in difesa con palle recuperate per il +12, 63-51 a 7′ dal termine, coach Markovic chiama ancora time-out a 5’57”. Ponitka con ½ ai liberi sblocca il punteggio per i turchi, poi Baygul con un 2+1 e Brown portano il Pinar a -8, 65-57 a 3’58”. Peric porta di nuovo Venezia sul +11, ma i turchi non mollano e provano a ricucire lo strappo con Baygul e Brown, 68-61 a 2’02”. Owens ai liberi fa 0/2, Ress cattura un rimbalzo fondamentale e subisce fallo, dalla lunetta il capitano non sbaglia, 70-61 a 1’20”, time-out Pinar. Peric schiaccia, poi Ponitka e Brown ai liberi fanno ¾, 72-64 a 31”94, minuto di De Raffaele. Ejim con la schiacciata da il nuovo +10, il Pinar non molla con Baygul dalla lunetta per un 2/2, 74-66. Il Pinar ricorre al fallo sistematico, Ejim a 20”88 dalla lunetta fa 0/2, ma il Pinar sbaglia gli ultimi attacchi. Finisce 74-66, la Reyer entra nella storia ed è alle Final Four di Champions League!!!

BasketItaly.it MVP: Melvin Ejim.

Umana Reyer Venezia – Pınar Karşıyaka Izmir 74-66 (20-19; 36-39; 53-51)

Venezia: Haynes 11, Ejim 16+11 rimbalzi, Peric 11, Bramos 7+8 rimbalzi Tonut , Visconti n.e, Filloy 7+6 assist, Ress 2, Ortner 6, Viggiano 8, McGee 6. All. Walter De Raffaele

Karşıyaka: Petway 7, Baygul 13, Guven n.e., Green 2, Brown 22, Ponitka 5, Owens 16 e 7 rimbalzi, Gulaslan n.e., Karahan n.e., Senturk, Summers 1 e 8 rimbalzi, Dogan n.e. All. Nenad Markovic

Arbitri: Antonio Conde (Spagna), Marek Cmikiewicz (Polonia) e Sasa Maricic (Serbia).

BasketItaly.it – Riproduzione riservata