Champions League – Reyer, il cuore non basta. Tenerife avanza in finale.

reyer venezia 2017-04-23

Finisce il sogno di conquistare la Basketball Champions League per l’Umana Reyer Venezia, sconfitta in semifinale al Pabellón de Deportes Santiago Martin dai padroni di casa dell’Iberostar Tenerife con il risultato di 67-58. Sarà così Banvit-Tenerife la finale per aggiudicarsi il trofeo, mentre gli oro-granata disputeranno la finale di consolazione 3°-4° posto contro Monaco. Un match dove dal secondo quarto in poi si è vista la chiara intensità difensiva dei padroni di casa che hanno fatto il bello e cattivo tempo, Venezia ci ha messo orgoglio e cuore, ma tutto ciò non è bastato per avere la meglio sugli avversari che hanno messo una qualità nelle due metà campo tutto sommato superiori. Decisivo il parziale di 21-2 tra il 17′ e il 25′ (dal 29-32 al 50-34) per l’Iberostar che ha dato la sterzata al match. Mvp Tim Abromaitis per i giallo-neri, 19 punti (15 nel solo secondo quarto) e 9 rimbalzi, 11 per Aaron Doornekamp (3/5 nelle triple) nelle fila dell’Iberostar. Per Venezia non sono bastati i 13 di Haynes e 11 di Peric.

CRONACA: Ottima partenza degli oro-granata con le triple di Bramos e McGee (3-10 dopo 4′), Bogris è presenza importante sotto canestro per Tenerife, ma Peric ridà il +5 al 6′, 9-14. Filloy mette il +7 esterno dopo 8′, poi break dei canari di 5-0 che costringe De Raffaele al time-out, 16-18 dopo 9′. La tripla di Haynes chiude il primo quarto a favore di Venezia, 16-21. Abromaitis con sette punti consecutivi ribalta il match per il 23-21 al 12′, tripla di Haynes, poi ancora il n°21 giallo-nero punisce la difesa veneziana, 27-26 al 15′, 11 punti di Tenerife e tutti di Abromaitis nel secondo quarto. Haynes con un 2/3 ai liberi e una penetrazione solitaria di Tonut, riportano avanti Venezia per il 27-30 al 15′, time-out Iberostar. I padroni di casa grazie a Bogris e le triple di Doornekamp passano a condurre, Venezia in attacco fatica e costruisce tiri non semplci e purtroppo con basse percentuali, d’altro canto i tanti rimbalzi offensivi per Tenerife aiutano i padroni di casa, Abromaitis è infallibile ai liberi e il tabellone recita 40-32 al 19′. Un canestro di Haynes in lay-up porta Venezia a chiudere sotto 40-34 il primo tempo.
Si rientra dagli spogliatoi, e la Reyer comincia male la ripresa: dopo il canestro di Doornekamp dall’angolo, Bramos si fa fischiare antisportivo su San Miguel che concretizza ai liberi, poi ancora il play spagnolo ruba palla e porta Tenerife per il +12 al 24′, 46-34. Venezia sbanda tra le due metà campo, grazie anche alla difesa giallo-nera che ci mette del suo. Doornekamp e Bogris danno il +16, la Reyer continua a non segnare, 50-34 al 25′, De Raffaele prova a dare la sveglia con il time-out. McGee va a segno con i liberi segnando i primi punti nel quarto per gli oro-granata, 50-37 al 26′. Viggiano e Peric con due contropiedi danno il -11. L’intensità difensiva reyerina cresce, ma Tenerife continua a condurre il match e la tripla di Kirksay porta i padroni di casa sul +14 grazie alla tripla, il terzo quarto si chiude 56-42 per l’Iberostar. Ultimo quarto. Serve la scossa per gli oro-granata, ma Venezia fallisce i primi due attacchi e continua a soffrire, la schiacciata di Vazquez e una tripla da 9 metri di Doornekamp porta i giallo-neri sul +19 Iberostar, 61-42 a 8′ dalla fine, una mattonata per Venezia che prova a sbloccarsi con un 5-0 firmato Ejim-Ress, ma ancora Vazquez mette il +16 al 34′. Ben tre tiri in un’azione che non entrano per la squadra italiana (con una chiara infrazione di campo non fischiata a Haynes), sembrano un avvertimento di fine partita per la Reyer. Ress con la tripla del -13, 63-50, da una speranza per Venezia, Vidorreta chiama immediatamente time-out. Dopo un 2/2 ai liberi di Bassas, Venezia con Filloy e Peric prova a riaprirla per il -10, 65-55 a 2’05” dalla fine, ma i padroni di casa nonostante non riescano a segnare dal campo, serra i ranghi con vari recuperi difensivi grazie a una straordinaria intensità. Finisce 67-58.

BasketItaly.it MVP: Tim Abromaitis.

Iberostar Tenerife – Umana Reyer Venezia 67-58 (16-21; 40-34; 56-42)

Tenerife: San Miguel 7, Richotti 3, Niang n.e., Bassas 2, Hanley, Kirksay 3, Grigonis 4, Vazquez 4, Abromaitis 19, Bogris 10, White 4, Doornekamp 11. All. Txus Vidorreta.

Venezia: Haynes 13, Hagins, Ejim 3, Peric 11, Bramos 7, Tonut 2, Taddeo n.e., Filloy 4, Ress 6, Ortner 4, Viggiano 2, McGee 6. All. Walter De Raffaele

Arbitri: Panagiotis Anastopoulos (Grecia), Aleksandar Glisic (Serbia), Ademir Zurapovic (Bosnia Erzegovina).

BasketItaly.it – Riproduzione riservata