Champions League – Monaco si prende il terzo posto, Venezia cede 91-77

reyer venezia 2017-03-30

L’Umana Reyer Venezia termina una comunque più che positiva Champions League al quarto posto, sconfitta nella finale di consolazione dall’AS Monaco per 91-77. Un match dove la Reyer, mai avanti nel punteggio, ha sofferto il maggior atletismo della squadra monegasca che ha sovrastato gli avversari oro-granata sui rimbalzi offensivi e palle rubate che hanno inciso tanto nel primo tempo. Venezia nella seconda parte di gara ha provato con orgoglio a rifarsi sotto, ma non c’è stato nulla da fare. Per Monaco decisivo l’ex Varese Brandon Davies, 17+7 rimbalzi, la regia di Wright, 11+8 assist, e la dinamicità dei lunghi Sy e Ouattara. Per Venezia 13 di Haynes e Hagins, 12 di Filloy. Ora testa al campionato per gli oro-granata: la Reyer sarà impegnata in Sardegna nel recupero della 29a giornata in casa del Banco di Sardegna Dinamo Sassari mercoledì 3 Maggio al PalaSerradimigni.

CRONACA: Monaco prende le redini del match fin dall’inizio con Davies sotto canestro, poi si accende la guardia Shuler, per Venezia risponde McGee ma il risultato dopo 7′ recita 20-13 a favore dei monegaschi. Dopo il canestro di Ejim, Monaco raggiunge la doppia cifra di vantaggio (26-15 al 9′) grazie a ripetuti rimbalzi offensivi che l’aiutano ad avere ovviamente secondi tiri. Venezia con buone difese e ispirata dal capitano Ress chiude il periodo con un break di 0-6, 26-21 dopo i primi 10 minuti. Solite difficoltà a rimbalzo per gli oro-granata e molte disattenzioni tra le due metà campo, Monaco riscappa sul +7, 30-23 al 13′, time-out De Raffaele che cerca di svegliare i suoi. Dopo il gancio di Hagins, nuovo break monegasco complici molte palle perse di Venezia che fatica moltissimo contro la pressione avversaria, 42-27 al 18′ per i bianco-rossi. La squadra del Principato continua a far male alla difesa veneziana con il solito trend, rimbalzi offensivi e palle rubate grazie soprattutto a Sy, il lungo Fofana e la buona regia di Wright, così la Reyer precipita sul -16, 47-31 al 19′. Il 2/2 ai liberi di Ejim chiude il primo tempo sul 47-33.
Si ritorna dagli spogliatoi, Venezia cerca di riprendersi con buona intensità sulle due metà campo, ma Monaco ribatte colpo su colpo: Filloy con la tripla mette il -12, Davies con l’assistenza di Wright porta i monegaschi sul +22 al 25′, +24 al 26′, Venezia non c’è e De Raffaele prova a fermare l’inerzia con il time-out, 67-43. Davies incide tanto sotto le plance per Monaco che continua a volare, 71-47 al 28′, poi Venezia ha una piccola reazione di orgoglio con Viggiano e Filloy a chiudere il terzo quarto sotto di 18, 73-55 al 30′. Negli ultimi 10 minuti Monaco continua a tenere sempre l’inerzia del match e torna sopra di 22 grazie all’atletismo dei suoi, Ouattara soprattutto si rende protagonista di due schiacciate poderose, 81-59 a 6’36” dalla fine. Haynes e Tonut con un 5-0 di break è una vana ultima speranza subito spenta da quattro punti consecutivi di Sy, 85-64 a 4’45” dalla fine. Gli ultimi minuti servono solo per le statistiche con Venezia che molla il match. I tifosi reyerini presenti in gran numero si rendono protagonisti con un battimani che coinvolge tutto il palazzetto di Tenerife. Finisce 91-77.

BasketItaly.it MVP: Brandon Davies.

AS Monaco – Umana Reyer Venezia 91-77 (26-21; 47-33; 73-55)

Monaco: Davies 17, Bost 12, Wright 11, Sy 12, Gladyr 5, Aboudou 4, Rigot 3, Fofana 6, Shuler 8, Ouattara 13. All. Zvezdan Mitrovic.

Venezia: Haynes 13, Hagins 13, Ejim 6, Peric, Bramos 2, Tonut 7, Taddeo, Filloy 12, Ress 5, Ortner 2, Viggiano 8, McGee 9. All. Walter De Raffaele.

Arbitri: Aleksandar Glisic (Serbia), Markos Michaelides (Svizzera) e Ademir Zurapovic (Bosnia Erzegovina)

@ BasketItaly.it – Riproduzione riservata