Drake Diener torna da Meo Sacchetti: ufficiale il contratto alla Vanoli

Drake Diener è un nuovo acquisto della Vanoli Cremona
Drake Diener è un nuovo acquisto della Vanoli Cremona

La Vanoli Basket Cremona comunica di aver raggiunto un accordo fino al 30 giugno 2018 con la 35enne guardia statunitense di 196 cm per 88 kg Drake Richard Diener, nella scorsa stagione in forza alla Betaland Capo d’Orlando, con cui ha raggiunto le Final Eight di Coppa Italia e i playoff scudetto.

GLI INIZI – Nato il 19 dicembre 1981 a Fond du Lac (Wisconsin, USA), Diener muove prestissimo i suoi primi passi in una famiglia di cestisti: il padre Dick sarà infatti il suo primo allenatore alla Goodrich High School di Fond du Lac. Successivamente si mette in luce alla De Paul University, dove resta per quattro anni: nella stagione 2003/2004 i Blue Demons vincono la regular season della Conference USA e arrivano al secondo turno del tabellone NCAA, in quella seguente Diener lascia dopo una stagione da 14.2 punti, 3 rimbalzi e 3 assist di media. Il morbo di Crohn lo costringe ad un anno di stop dall’attività agonistica e gli impedisce di percorrere il sogno NBA, la sua carriera da pro inizia quindi nella stagione 2006/2007 a Castelletto Ticino in Legadue.

L’ITALIA E MEO SACCHETTI – Allenato da Meo Sacchetti, in 26 gare segna 17 punti di media con il 49% da due e il 39% da tre, guadagnandosi la chance in Serie A che arriva da Capo d’Orlando dove ritrova Sacchetti: nonostante il salto di categoria, migliora le sue cifre, segnando in 20 gare con la Pierrel 18.2 punti di media, guadagnandosi la chiamata della Montepaschi Siena, con cui fai il suo esordio in Eurolega (arrivando alla Final Four di Madrid) e vince lo scudetto nel 2008. Nella stagione 2008/2009 passa all’Air Avellino, dove tra Serie A e Eurolega segna 10.0 punti di media con il 42% da tre, quindi continua la sua carriera italiana nella Banca Tercas Teramo, dove resta per due stagioni, nella prima giocando anche in Eurocup dove viaggia a 13.3 punti di media con il 44% da tre.

SASSARI – E’ a Sassari (dove ritrova Meo Sacchetti) che la sua carriera sboccia definitivamente: nei primi due anni è il 4° realizzatore della Serie A, nel 2013/2014 cresce fino a segnare 18.9 punti di media con 119 triple realizzate, cifre che gli valgono il titolo di top scorer ed anche di MVP del campionato, nella stagione in cui la Dinamo vince il suo primo trofeo alzando la Coppa Italia. Il 16 marzo 2014 fa segnare anche il career high di 44 punti (11/14 da due e 7/12 da tre) contro l’Umana Venezia. Nel 2014/2015 passa a Reggio Emilia, con cui raggiunge la finale scudetto, mentre nella stagione 2015/2016 si sposta in spagna al CAI Saragozza in ACB. L’anno scorso il suo ritorno in Italia, di nuovo a Capo d’Orlando: in 32 gare tra campionato e playoff segna 11.7 punti con il 53% da due e il 43% da tre in 29.7 minuti di media, con un season high di 21 punti (fatto segnare tre volte contro Milano, Torino e Pesaro). In totale, nella sua carriera in Serie A ha segnato 4327 punti realizzando 628 triple, che ne fanno il migliore nella specialità tra i giocatori in attività.

ANDREA CONTI – “Siamo tutti davvero molto soddisfatti di aver firmato Drake e della sua scelta di sposare la nostra causa. E’ un giocatore che non ha bisogno di presentazioni visto che ha avuto una carriera di altissimo livello in Italia. Per noi è la pietra angolare della squadra 2017/2018, un atleta di grande serietà e professionalità, che sono sicuro ci darà molto in campo e nello spogliatoio”.