A2 Ovest – Remuntada Virtus, Reggio Calabria si illude ma cade al Palatiziano

gabriele-benetti-roma-2016-10-02

La Virtus parte ad handicap, rincorre trafelata per oltre metà match e infine, con un altro finale bruciante, si prende la terza vittoria in tre partite, che la lascia al comando ad Ovest assieme a Tortona. Agli ospiti non basta una primo quarto-killer chiuso sul +14 (16-30), grazie all’80% da 3 nei primi dieci minuti e complice un avvio da sogno di Fabi (12 nel primo quarto) e Legion (11). Dal secondo parziale inizia un’altra partita, nella quale Roma riprende a ragionare e contenere l’esuberanza dei calabresi, che non trovano più la stessa fluidità d’azione. La Virtus litiga col canestro ma non è più succube, sgranocchia qualche punto di differenza e va al riposo sotto la doppia cifra di svantaggio (39-47). Dopo l’intervallo lungo, ecco il ribaltone, confezionato da Brown, che ne mette 15 in fila e consente a Maresca di siglare il sorpasso al trentesimo minuto spaccato (62-61). Reggio Calabria non demorde e resta in scia, nonostante il quarto fallo di Legion così, nonostante l’Unicusano non perda mai il comando nel punteggio, bisogna arrivare all’ultimo minuto per avere il verdetto. In questi concitati frangenti, sono i liberi di un freddissimo Raffa a mantenere la cartilagine necessaria ai capitolini per esultare nuovamente, chiudendo sul punteggio di 83-79. La coppia Brown (20)-Raffa (19) non tradisce, confermando di essere uno dei duo americani più in palla del campionato. Ancora una volta dal ‘cast di supporto’ ci sono un paio di individualità che si elevano, nel caso specifico parliamo di Sandri (12) e Chessa (14, seppure con 2/14 al tiro pesante). Virtus per una sera soccombente nei rimbalzi totali (42-47), anche se i 19 offensivi sono un dato pesantissimo nel bilanciare il 41% da 2 e il 20% da 3. Dall’altra parte, sono mancate le contromisure quando l’attacco ha perso il momento magico, anche se la sconfitta per la Viola rimane decisamente onorevole, sul campo di una squadra che ha iniziato come meglio non avrebbe potuto sperare la stagione.

Unicusano Virtus Roma – Viola Reggio Calabria 83-79 (16-30; 39-47; 62-61)

Unicusano Virtus Roma: Brown 20, Raffa 19, Benetti 2, Piccolo ne, Lentini ne, Maresca 5, Chessa 14, Sandri 12, Baldasso 3, Landi 8, Vedovato.

Viola Reggio Calabria: Radic 18, Taflaj, Marino ne, Legion 19, Caroti 4, Fabi 18, Guariglia 3, Guaccio, Marulli 5, Micevic 7, Fallucca 5.