A2 ovest – Latina fa l’impresa, Casale interrompe l’imbattibilità

Prima o poi doveva succedere ed è accaduto quando Casale sembrava avesse quasi domato l’orgoglio dei bombardieri laziali. La Junior cade all’undicesima casella del suo percorso, incespicando in un secondo tempo da incubo sul fronte difensivo – 50 punti subiti – bloccandosi sul più bello, una volta agguantato il massimo vantaggio (+10) al 35’. Dal 76-66 prima subisce un veloce 0-10, quindi si aggrappa a Blizzard, l’unico a vedere il canestro negli ultimi, frenetici, minuti, per il colpo di reni. Avanti di 2 (83-81) e con la palla in mano a poco più di un minuto dal termine, un attacco poco lucido consegna a Latina l’opportunità per il pareggio e il sussulto che vale il decisivo sorpasso. Inutili gli ultimi assalti, dalla lunetta arrivano i punti del definitivo 83-89. Latina produce un gioco corale di alto livello per l’intero incontro, perdendosi un poco soltanto nella fase centrale del secondo quarto, quando il riposo di Hairston toglie pericolosità sotto canestro, zona dove i ragazzi di Gramenzi hanno ribattuto colpo su colpo alla buona vena di Martinoni e Severini, prendendosi alla fine ben 10 rimbalzi offensivi, gli stessi di Casale. Nel secondo periodo è comunque Tavernelli ad attutire il primo allungo juniorino, sul +10 i rossoblu non riescono a cristallizzare il vantaggio e capiscono in fretta quanto possa essere ardua la missione contro un collettivo che non cala d’intensità neanche con il secondo quintetto. Quando si sveglia anche Raymond, in ombra nel primo tempo, Casale risponde con Tomassini e Blizzard, mantenendo un margine di sei lunghezze anche al termine di un terzo periodo di grande agonismo e giocate di ottima fattura, con gli attacchi nettamente predominanti sulle difese. Laganà e Saccaggi espletano un grosso lavoro difensivo e si fanno trovare pronti in attacco per supportare il trio Hairston-Raymond-Tavernelli. Marcius pasticcia in alcuni cruciali possessi, poco movimento per gli juniorini che rimbalzano contro un muro nero e non sono in grado di coprire adeguatamente il perimetro, dove subiscono i canestri fatali. Un affievolimento di energie inedito quest’anno, accentuato dalla grande vena realizzativa di Latina, che vince con pieno merito cavalcando la migliore brillantezza negli ultimi minuti. Gara spettacolare, quella del Palaferraris, da leggersi nelle statistiche alla voce degli assist: 25-22 il conto finale, già sul 20-16 al 30’. Quattro giocatori in doppia cifra per la Novipiù, tre per Latina e un confronto vertiginoso nella valutazione, 91-116, dove spicca il 38 di Tavernelli (18 punti, 10 falli subiti, 10 assist, 2 soli errori al tiro) e i 28 di Hairston (23+11 rimbalzi, 7 offensivi). Ci voleva un’impresa per rompere l’imbattibilità casalese e Latina ha elevato al massimo la sua qualità di gioco per rompere l’incantesimo dei padroni di casa.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – BENACQUISTA LATINA: 83-89 (19-21; 45-39; 68-62)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Ielmini, Banchero ne, Nicora ne, Tomassini 14, Valentini 6, Blizzard 16, Martinoni 16, Severini 11, Cattapan 4, Sanders 8, Marcius 8. All. Ramondino

BENACQUISTA LATINA: Hairston 23, Guerra ne, Tavernelli 18, Laganà 9, Saccaggi 9, Allodi 2, Pastore 7, Di Ianni ne, Jovovic ne, Raymond 21, Cavallo ne. All. Gramenzi