A2 Ovest – Casale scappa subito via e Treviglio non la riprende più

Un primo quarto prepotente (27-16), i due centrali di consolidamento, l’ultimo per straripare (89-66). Casale riprende la sua corsa e, complice l’inciampo casalingo di Biella, torna ad avere un margine di +4 in classifica sulle immediate inseguitrici (ora ai lanieri si affianca Scafati). Treviglio è troppo tenera in difesa, non ha risposte né al gioco interno dei padroni di casa, con Marcius a imperversare fin dai primissimi minuti (8 nel primo periodo), né sugli esterni, e qui Tomassini ha gioco facile a crearsi canestri dal palleggio, spesso con corposi metri di margine. Casale somma 8/15 al tiro pesante nei primi 20’ (2/6 la risposta della Remer), troneggia a rimbalzo (20-14) e cavalca diversi piccoli break, costruiti in prevalenza su spaziature quasi perfette, facilitate dal lassismo difensivo dei dirimpettai. Il solo Easley (11 nei primi 10’) prova a controbattere, Denegri e Valentini (8 a metà) sopperiscono all’assenza di Blizzard e a Sanders a mezzo servizio, usato con il contagocce. La giornataccia di Marino (chiuderà con 0 punti), a tre falli già dopo 17’, concede spazio al talentuoso Palumbo, che si comporta bene (10 punti, due triple per un illusorio tentativo di rimonta nel terzo periodo), ma non può bastare di fronte alla capolista. Novipiù al massimo vantaggio a fil di sirena di metà gara, grazie alla tripla da casa sua di Denegri (49-35); al ritorno sul parquet gli uomini di Vertemati provano ad alzare il livello difensivo e, complici le folate di Voskuil e Palumbo, si guadagnano il -8 (53-45). Un Tomassini in giornata-Re Mida (24 punti senza quasi mettere piede in campo nell’ultimo quarto, 4/6 da 3), assieme a Marcius implacabile dalla lunetta, mettono i mattoncini fondamentali nel momento migliore degli ospiti, tenendo il vantaggio in doppia cifra nell’insidioso terzo periodo. Quando Treviglio va prematuramente in bonus e si inceppano i meccanismi offensivi, ecco il nuovo strattone juniorino per il +15 (66-51). Alcuni falli in attacco lasciano rifiatare Treviglio, che raffreddatosi Easley e provato senza troppo costrutto la soluzione doppio-centro (Easley-Rossi) e doppio play (Palumbo-Marino) si inabissa definitivamente a metà quarta frazione. Una rubata e canestro di Sanders valgono il +16, un antisportivo di Planezio su Severini spalanca le chiuse e consegna a Casale l’incontro. Mollata la presa, la Remer precipita e consente a un po’ a tutti gloria personale: Severini traina i compagni a oltrepassare i 20 punti di scarto, gli ultimi minuti servono solo per i canti e i battimani del pubblico. Dopo tante battaglie, una vittoria relativamente tranquilla e senza patemi per la Junior.

Novipiù Casale Monferrato – Remer Treviglio 89-66 (27-16, 22-19, 19-21, 21-10)
Novipiù Casale Monferrato: Giovanni Tomassini 24 (4/8, 4/6), Aleksandar Marcius 17 (6/8, 0/0), Davide Denegri 11 (3/6, 1/4), Luca Severini 10 (2/3, 1/3), Simone Bellan 8 (0/0, 2/4), Fabio Valentini 8 (1/2, 2/6), Niccolò Martinoni 7 (2/5, 1/3), jamarr Sanders 4 (2/5, 0/1), Riccardo Cattapan 0 (0/0, 0/0), Alberto Ielmini 0 (0/0, 0/0), Federico Banchero 0 (0/0, 0/0), Brett alan Blizzard 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 18 – Rimbalzi: 29 9 + 20 (Aleksandar Marcius 6) – Assist: 21 (Davide Denegri, Fabio Valentini 5)
Remer Treviglio: Alan Voskuil 15 (6/9, 1/4), Tony bernard Easley 15 (7/9, 0/0), Mattia Palumbo 10 (2/4, 2/4), Andrea Pecchia 8 (1/4, 0/2), Emanuele Rossi 6 (3/7, 0/1), Marco Planezio 5 (1/3, 1/1), Nemanja Dincic 4 (0/0, 1/1), Andrea Mezzanotte 3 (1/5, 0/2), Tommaso Marino 0 (0/2, 0/1), Ursulo D’almeida 0 (0/0, 0/0), Alberto Viero 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 13 – Rimbalzi: 26 5 + 21 (Mattia Palumbo 7) – Assist: 17 (Tommaso Marino 4)

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *