Una tripla folle di Mays salva Scafati dalla sconfitta! Trento sconfitta

Solo una giocata insensata di Mays salva la Givova Scafati da una sconfitta interna contro una bella e convincente Aquila Trento. Il pubblico del PalaMangano ha assistito ad una bella gara equilibrata e caratterizzata da più strappi. A condurre il ritmo del gioco è stata quasi sempre la formazione allenata da coach Buscaglia con Scafati, però, sempre pronta ad a ricucire lo strappo, affidandosi alla vena realizzativa di Slay, approfittando anche di una certa dose di inesperienza insita nel dna della formazione neopromossa di capitan Forray. Mentre Trento può tornare a casa con il morale alto, avendo giocato una signora partita su di un campo in cui pochissime squadre saranno capaci di far risultato e perso solo grazie ad una maestria di Mays, Scafati ha da ripensare e da lavorare parecchio. Quello di coach Di Carlo è un gioco che ancora stenta a decollare e che, in più occasioni, troppo ricorso alle individualità piuttosto che alla coralità. Ad ogni modo, la Givova può godersi questo primato in attesa della sfida della prossima settimana contro la Leonessa Brescia.

In cronaca. I primi canestri della gara sono a firma Scafatese grazie a Slay. L’Aquila risponde con Dordei ma Ghiacci e Baldassarre indirizzano la partita subito verso la Givova portando il punteggio sull’8-4 al 2’. Scafati prova a scappare più volte ma il buon gioco espresso dai ragazzi di coach Buscaglia non glielo permette. Mays segna dalla lunga distanza ma Dordei e Pascolo impattano a quota 17. Scafati fallisce un paio di conclusioni ed è Trento ad aggiudicarsi la prima ripresa (19-17) grazie ad un bel canestro di BJ Elder. Nel secondo quarto i ragazzi di coach Di Carlo non riescono a mettere in campo una pallacanestro convincente e in difesa non sembrano avere le gambe per rispondere al bombardamento messo in atto da Trento. Dall’arco dei 6.75 Dordei e Umeh scavano il solco e permettono ai viaggianti di volare sulla doppia cifra di vantaggio (21-31) al 16’. Coach Di Carlo manda in campo Antonio Porta e la squadra riesce a riprendersi certi equilibri e, soprattutto, il punteggio con un micidiale parziale di 10-0 realizzato dalla coppia Slay-Tavernari.  Il parziale viene chiuso, però, dal canestro ancora dalla lunga distanza di Dordei che assicura il vantaggio ai suoi anche alla fine del secondo periodo di gioco.

La ripresa del gioco è a favore di Trento che con i canestri di Garri e Elder si porta sul +6 (34-40) al 22′. La reazione di Scafati, però, è ancora una volta dietro l’angolo. Slay, Tavernari e Baldassarre firmano un nuovo parziale di 12-3 e Scafati al 25′ rimette nuovamente il naso avanti portandosi sul 46-43. Con Umeh e Elder, Trento trova ancora buonissimi canestri ma Scafati, questa volta, è brava a non subire troppo e con Bushati il canestro di Porta (nato da una recuperata di Bushati) arriva sul 55-52 al 30′. Negli ultimi dieci minuti al PalaMangano ci si diverte con le due formazioni che inscenano un fantastico botta e risposta. Conte segna la tripla ma Slay e Mays replicano immediatamente. Ci pensa BJ Elder a rompere l’equilibrio con 7 punti di fila. Al 37′ Trento conduce le danze per 64-68. Il gioco inizia a farsi decisamente duro e ogni azione decisiva. Mays segna da due punti per la parità, Garri risponde ma un glaciale Antonio Porta segna la tripla (su assist di Mays) del sorpasso (71-70) al 39′. Il finale è al cardiopalma con Elder che segna il canestro del 71-72 che illude Trento perché Mays tira fuori dal cilindro una pazzesca tripla da almeno otto metri che fa esplodere il PalaMangano regalando a Scafati una vittoria incredibile.

Givova Scafati – Aquila Basket Trento 74-72 (17-19, 31-34, 55-52)

Scafati. Ghiacci 3, Rosignoli 7, Mays 15, Porta 7, Baldassarre 5, Slay 21, Tavernari 12, Bushati 4, Matrone ne, Izzo ne, Sorrentino ne, Gorga ne. All. Di Carlo
Trento. Umeh 13, Bossi ne, Pascolo 4, Forray, Dordei 16, Basile, Garri 12, Zaharie ne, Elder 20, Conte 3, Spanghero 4. All. Buscaglia.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata