Un finale pazzesco regala a Pistoia la qualificazione.

Pistoia chiude la serie contro Veroli per 3-1 al PalaSport di Frosinone, e lo fa ancora una volta in un finale tutto in volata, 80-78 alla fine dei 40′ il risultato in favore dei toscani. Veroli parte subito forte nel primo quarto, spinta dal calore dei proprio tifosi e si porta subito sul 7-0 grazie a Jackson e poi ancora sul 15-8 del quinto minuto.

Piano piano però la Giorgio Tesi Group rosicchia punto su punto grazie ad Hardy, Jones e Tavernari e chiude il primi 10 minuti a contatto arrivando a -1 sul 21-20 Veroli. All’inizio del secondo parziale Hardy regala il vantaggio ai biancorossi, ma le due squadre restano sempre appaiate fino a quando Jones e Tavernari piazzano un mini break di 4-0 per il +5 Pistoia (25-30). Ancora l’ex Montegranaro e capitan Toppo tengono a distanza i laziali ma Jackson e Lee tengono li i giallorossi e Giovacchini in chiusura di tempo manda al riposo le squadre sul 38-39. Nel terzo periodo non cambia la storia e le due squadre si danno battaglia senza esclusione di colpi senza che nessuna delle due riesca a scrollarsi di dosso l’avversaria: Jackson e Brkic da una parte, Jones e Hardy dall’altra rispondono punto su punto, ma il risultato alla fine del 30′ arride ai padroni di casa, 62-60; la sopravvivenza di Veroli o la chiusura della serie da parte di Pistoia si decidono nell’ultimo quarto. La Prima tira fuori tutto l’orgoglio e sembra compiere uno scatto decisivo grazie alle triple di Tomassini e Elder, che portano i ragazzi di Gentile addirittura sul +12 (75-63). Sembra finita, ma appunto, sembra. Si perchè improvvisamente Veroli si ferma e Pistoia, anzi Hardy e Jones ( “solo” 18 per il primo e 27 per il secondo al termine con 9 rimbalzi), piazzano un parziale devastante di 15-0 e a un minuto dalla fine i toscani si ritrovano quasi incredibilmente sul +3. Jackson pareggia con una bomba (solito mattatore per i suoi con 21 punti), ma un fallo di Giovacchini manda in lunetta Saccaggi: il ragazzo, classe ’92 mantiene la freddezza di un veterano e segna entrambi i liberi. Per lui 11 punti e la conferma che Mathis può guarire in tutta tranquillità. Nell’azione successiva Jackson prova a mandarla ai supplementari ma il suo tiro non va. E’ finita: Veroli esce comunque a testa alta contro una grande formazione come Pistoia, che dopo la sconfitta casalinga in gara-2 aveva addosso tutta la pressione del mondo, ma i ragazzi di Moretti sono stati freddi e spietati in trasferta e proseguono così il loro cammino: sulla loro strada c’è una grande Scafati che ha distrutto Brescia 100-84 chiudendo la serie 3-1.

 

 

PRIMA VEROLI-GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 78-80 (21-20, 38-39, 62-60)

PRIMA VEROLI: Tullio ne, Tomassini 3, Cortese 3, Rullo 1, Gatto 2, Lee 11, Ammanato 1, Elder 13, Colussi ne, Jackson 21, Giovacchini 12, Brkic 11. Allenatore: Gentile

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Della Torre ne, Jones 27, Tuci ne, Toppo 8, Galanda 6, Hardy 18, Evotti ne, Saccaggi 11, Gurini ne, Tavernari 10. Allenatore: Moretti

 

(C) BasketItaly.it – Riproduzione Riservata