Trieste ufficializza Brandon Brown

Come anticipato da BasketItaly.it nei giorni scorsi, Trieste dopo Jobey Thomas piazza un altro colpo con l’ingaggio di Brandon Brown. Ecco il comunicato ufficiale:”La Pallacanestro Trieste 2004 comunica il raggiungimento dell’accordo con l’atleta statunitense Brandon Brown, che disputerà il prossimo campionato di Legadue con la maglia biancorossa.

Ala/centro, nato nel 1981 a Houma, Lousiana, ha frequentato la Tulane University a New Orleans, segnando nella sua quarta e ultima stagione NCAA 13.5 punti a partita. Nella sua prima stagione europea si divide tra Polonia e Grecia, e nel 2005 sbarca per la prima volta in Italia, alla Scandone Avellino, dove tocca il suo massimo realizzativo nel nostro paese con una media di 15.2 punti segnati. Dopo una breve esperienza in Corea del Sud, nel febbraio 2007 si trasferisce a Teramo, dove disputerà due stagioni e mezza, chiuse sempre in doppia cifra. Nel 2009 Brown rimane in serie A ma si sposta a Nord, vestendo la maglia di Cremona. L’anno successivo firma per i croati dello Zadar, con cui disputa il campionato (15.7 punti a partita e terzo posto nella classifica dei rimbalzisti) e la Lega Adriatica.
Nell’ultimo anno il nuovo acquisto dell’Acegas Aps è rientrato in Italia, ancora una volta a Teramo, dove in 32 partite giocate ha chiuso con una media di 10.1 punti e 5.8 rimbalzi.
L’ingaggio di Brown è accolto con entusiasmo da coach Eugenio Dalmasson: “Si tratta di un altro giocatore che stavamo trattando da diverse settimane, in questo caso la trattativa è stata abbastanza complessa ma fin da subito c’è stata la disponibilità del giocatore e del suo agente. Dal punto di vista tecnico si tratta di un elemento che, al di là della sua costanza di rendimento nelle sue stagioni in Italia, può interpretare con grande qualità i due ruoli sotto canestro, giocando sia da numero 4 affiancato da un lungo interno, che da vero e proprio numero 5. In questo momento quindi abbiamo a disposizione una coppia di extracomunitari di assoluto valore: in questa stagione le nostre scommesse sono sugli italiani giovani da lanciare, quindi avevamo la necessità di mettere davanti a loro dei giocatori di grande qualità ed esperienza, obiettivo che abbiamo raggiunto con l’arrivo di Brown e Thomas”.