Si è spenta Mira Poljo, noto procuratore di tanti campioni slavi

Si è spenta ieri a Bologna, a soli 57 anni – dove viveva da tempo – Mira Poljo. Figura storica tra i procuratori del basket europeo, tramite la sua agenzia World Sport Agency ha rappresentato in passato – tra gli altri – campioni slavi del calibro di Danilovic, Kukoc, Savic, Jaric e Alibegovic.
Personaggio istrionico e pieno di simpatia, è stata la prima donna general manager in serie A del basket italiano (a Gorizia) e soprattutto era ormai un punto di riferimento del basket italiano: era “una dei nostri”.
Tutti ricorderanno anche il suo impegno solidale verso il suo popolo della sua Bosnia (di cuiè stata anche dirigente della Nazionale) martoriata dalla guerra fraticida degli anni ’90: ricorderemo le infinite partite in beneficenza organizzate per raccogliere sostegno alle missioni di solidarietà e le tantissime carovane di aiuti partite perr Sarajevo anche grazie allo splendido rapporto di Mira con le varie tifoserie.
Il Presidente di Legadue Marco Bonamico, a nome di club, allenatori, giocatori e dirigenti, esprime la dolorosa partecipazione di tutti per la perdita di una seria professionista e di una persona stimata inviando ai familiari sentite condoglianze e commossa vicinanza in questo triste momento