Scafati nell’anticipo di Trieste debutta coach Bartocci

Questa sera alle ore 20:45 di fronte alla telecamere di Raisport sarà inaugurato il quarto turno del campionato di Legadue con il match tra i padroni di casa dell’Acegas Trieste ed i campani della Givova Scafati. Entrambe le squadre sono appaiate in classifica a quota quattro punti. I giuliani hanno vinto entrambe le gare che finora hanno disputato in casa contro Imola al debutto in campionato, e contro Ferentino nell’ultima gara, che ha segnato una sorte di rivincita dei triestini contro i ciociari, che avevano battuto nella scorsa finale dei play-off di Dna gli uomini Dalmasson, i quali a loro volta centrarono la promozione nello spareggio contro Chieti. La Givova Scafati, vittoriosa nell’unico precedente stagionale in trasferta a Capo d’Orlando al debutto, ha perso l’ultimo turno interno in volata contro la Centrale del Latte Brescia. La sconfitta tra le mura amiche del PalaMangano è costata caro all’allenatore Gennaro Di Carlo, che all’indomani della sconfitta è stato esonerato dalla società gialloblù. A sostituirlo in panchina da questa sera ci sarà un altro coach di origine casertana quel Maurizio Bartocci, che fino alla settimana scorsa ha guidato in panchina Napoli, poi dopo le vicende che hanno coinvolto il club napoletano (oggi è attesa la decisione della Commissione Giudicante sul ricorso per la riammissione al campionato del club napoletano) si è svincolato dalla società partenopea, e si è subito accasato a pochi chilometri di distanza in quel di Trieste. Un coach Bartocci ,che si è detto abbastanza frastornato per tutta la vicenda, ma che ha dovuto subito mettersi a lavorare per preparare l’odierna trasferta in terra giuliana: “ Tutto è accaduto così in fretta– afferma il tecnico al suo ritorno a Scafati dopo la stagione 2008-09- nel giorno che la Fip ha escluso Napoli, Scafati ha esonerato il suo allenatore e mi ha cercato. Considerato anche il lungo viaggio per Trieste ho avuto poco tempo a mia disposizione per lavorare con la squadra, se fossimo scesi in campo di Domenica sarebbe stato meglio. Per quanto riguarda Trieste è una buonissima squadra, con un giusto mix tra giocatori esperti e giovani. I due americani Jobey Thomas e Brandon Brown sono giocatori di grande valore, ed in più c’è il giovane Ruzzier avviato ad una carriera importante secondo la mia opinione”. Proprio Brandon Brown, molto temuto nelle parole del neo coach scafatese, è in dubbio per la gara di stasera, dopo aver saltato la precedente gara interna contro Ferentino. Tra le fila campane sarà, invece, di sicuro assente Antonio Porta, infatti il play dopo l’infortunio nella gara contro Brescia dovrà rimanere fuori per circa due mesi.

La gara si presenta molto equilibrata: Trieste punterà forte sul suo settore degli esterni composto dal giovane Ruzzier, e dai più  esperti Ariel Filloy e Jobey Thomas, i giocatori che devono garantire il maggiore fatturato in punti a Dalmasson, mentre nel pitturato si spera di recuperare B. Brandon per fronteggiare in un duello dal sapore di massima serie quel Ron Slay (ex compagno di Jobey Thomas due stagioni fa  Varese) in grande spolvero nelle prime uscite di campionato. Dalla parte scafatese in società si spera che l’avvicendamento in panchina abbia dato la giusta carica al gruppo gialloblù, nel quale sono richiesti gli straordinari a Keddric Mays. Infatti il play-guardia americano, alla luce dell’assenza di Porta, dovrà accollarsi gran parte del lavoro in regia, coadiuvato da Sorrentino, oltre che garantire il solito bottino importante in punti con il suo micidiale tiro dal perimetro.