Scafati con il brivido batte Ostuni e mantiene la vetta

La Givova Scafati batte la Domotecnica Ostuni per 71-69 e mantiene il primato in classifica, ma quanta fatica per gli uomini di coach Griccioli per portare il dodicesimo sigillo consecutivo casalingo nel tabellino stagionale. Infatti la Dometcnica Ostuni ha condotto il punteggio per ampi tratti della gara arrivando a condurre sul +13 alla fine del terzo quarto. Proprio però quando sembrava svanire il percorso netto casalingo  dei padroni di casa, gli uomini di Griccioli, trascinati dall’uomo partita Paul Lester Marigney, con una lenta rimonta sono riusciti a portare a casa un’insperata vittoria. A nulla è servita tra le fila di Ostuni l’ottima prova dello sloveno Jaka Koblucar.

Dopo i primi due punti di Klobucar per Ostuni (0-2 ), i padroni di casa vanno avanti con due triple in fila di Nikola Radulovic e Mats Levin (6-2 al 2’), I pugliesi fanno fatica ad inizio gara a trovare la via del canestro, così gli uomini di Griccioli raggiungono il massimo vantaggio a metà del primo quarto sul 10-5.Nella seconda parte della prima frazione si ribaltano i ruoli tra le due squadre, la Givova va in affanno in attacco ed i gialloblù di Ostuni piazzano un parziale di 1-9 (11-19 al 10’). Ad inizio secondo quarto il trend non cambia con gli uomini di Marcelletti che raggiungono addirittura la doppia cifra di vantaggio con una tripla di Berti sul 16-26 al 12’. Il quarto scivola avanti con gli ospiti che guidano nel punteggio e con una Scafati che non riesce a trovare il bandolo della matassa (28-35 al 20’). Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia nonostante le iniziative di Marigney, ma dall’altra parte l’ottimo sloveno Klobuacar mantiene i suoi sul +8 al 25’ (34-42). Ostuni con due liberi di Diliegro ed il solito Klobucar con un gioco da tre punti raggiunge il massimo vantaggio sul +13 (34-47 al 26’). Klobucar è tarantolato e così la truppa pugliese mantiene un vantaggio confortante (26-49 al 27’). Sorrentino prova ad accendere il PalaMangano (40-49), ma una tripla di Berti spegne gli ardori del pubblico di casa (40-52 al 29’). Un super Marigney con cinque punti in fila porta la Givova a meno sei alla fine di terzo quarto (51-57 al 30’). Scafati continua nella sua rimonta e si porta sul -4 al 32’(55-57). Scafati raggiunge il pareggio a quota 57, ma Ostuni spezza il break dei 57. La partita diventa punto a punto ed i padroni di casa mettono la testa avanti a cinque minuti dalla fine (63-62). Ostuni con due liberi di Rinaldi si rimette avanti ai suoi (63-64). I minuti finali diventano il Marigney time che con i suoi punti dà la vittoria ai padroni di casa (71-66 al 39’). La tripla finale di Jurevicus servirà solo a fissare il punteggio sul 71-69 per i campani.

Givova Scafati-Domotecnica Ostuni 73-71 (11-19, 28-35, 53-57)

Scafati: Levin 8, Radulovic 12 , Marigney 22, Thomas 17 , Sorrentino 6, Ghiacci 6,  Gueye

Ostuni: Berti 6, Klobucar 22, Jhonson 9, Jurevicus 10, Basei 2, Diliegro 4, Rinaldi 6, Rossetti 10

Mvp:  Marigney