Scafati cede a Veroli ma conserva il primato in condomio con Pistoia e Reggio Emilia

La Prima Veroli batte nettamente la Givova Scafati per 85-70. I ciociari con la vittoria sulla formazione campana giungono alla quinta vittoria interna consecutiva e continuano la loro rincorsa al post-season, inoltre la squadra di coach Gentile, dopo aver battuto quindici giorni fa la capolista Reggio Emilia, si toglie la soddisfazione di mettere nella propria casella delle vittorie anche lo scalpo di un’altra battistrada quale la Givova.

Per i campani seconda sconfitta consecutiva  in trasferta, dopo quella incassata in quel di Verona. Due sconfitte sinistramente per coach Griccioli e compagnia molto simili, infatti in entrambe le gare la formazione gialloblu ha ceduto nettamente nel punteggio sin dalla prima metà di gara agli avversari. Scafati, che, però, conserva il primato perché Pistoia è stata battuta nell’anticipo del Venerdì a Verona, mentre viene agganciata a quota 32 punti dalla Trenkwalder Reggio Emilia vincente in serata sul campo di Sant’Antimo. Scafati dovrà invertire il proprio trend in trasferta degli ultimi quindici giorni perché nel prossimo turno sarà di scena ancora in trasferta in quel di Bologna contro la Conad. La formazione giallorossa ciociara, nonostante l’assenza di Elder anche in questo turno, è riuscita a sopperire alla mancanza del forte americano, grazie alla prova fantastica di un eccezionale Jackson. La guardia statunitense, sull’orlo del taglio a metà Gennaio, ha confezionato una prova superba da 34 punti (5/9 da due 3/6 da tre e 15/15 ai liberi, 8 falli subiti) per un imperiale 39 di valutazione. Altro grande protagonista nell’incontro è stato l’ex guardia della Fortitudo Bologna e di Avellino Riccardo Cortese (16 punti con 4/7 da tre punti). A nulla è servita tra le fila degli scafatesi la superba prova di Juan Marcos Casini (21 punti con 3/3 da due, 5/6 da tre), ed un solido Thomas (11 punti con 14 rimbalzi), mentre Marigney nonostante i 19 punti ha tirato con percentuali molto basse (4/11 da due e 2/9 da tre).

 

La partita è stata da subito in discesa per i padroni di casa ciociari, che già dopo sette minuti di gioco avevano raggiunto un consistente vantaggio di 20-7. Il break, però, che ha spaccato completamente in due la partita in favore degli uomini di Nando Gentile c’è stato nella prima parte del secondo quarto, quando la Prima con le bombe di Cortese ha raggiunto il vantaggio di ben 23 punti (36-13 al 20’). All’intervallo le lunghezze di vantaggio dei ciociari erano ben 20 (47-27 al 20’), ed appariva molto difficile che la formazione di Griccioli potesse rimettersi in partita. L’unica piccola reazione la Givova l’ha avuta nel cuore del terzo quarto portandosi sul -14 (56-42 al 27’), ma in un batter d’ occhio Jackson e compagni riseppellivano con un break di 8-2 gli avversari  (64-44 al 29’), che metteva in ghiaccio con un quarto d’anticipo la gara.

Prima Veroli-Givova Scafati 85-70 (23-10, 47-27, 69-51)

Veroli: Jackson 34, Cortese 16, Lee 12, Giovacchini 8, Brkic 5, Rullo 7, Tomassini 3

Scafati: Casini 21, Marigney 19, Thomas 11, Radulovic 7, Gueye 6, Ghiacci 5, Levin1

Mvp: Jarrius Jackson la risposta più banale alla domanda più semplice che potrebbe essere posta