R.Moraschini: “Mi sento bene, con Forlì la vittoria è d’obbligo!”

Arrivato all’ombra del Vesuvio per contribuire alla salvezza della squadra napoletana, il play/guardia Riccardo Moraschini ha fin da subito ripagato la fiducia della dirigenza napoletana presentandosi con 14 punti nella sciagurata sconfitta con Pistoia e risultando decisivo nelle prime due vittorie con Bologna e Jesi. Dopo un così promettente inizio, però, il giovane prodotto della Virtus Bologna è stato lontano dal parquet, a causa di problemi fisici per circa un mese e, ad oggi, ancora non riesce a riprendere la migliore forma: “L’infortunio mi ha tolto per quasi un mese dal campo da gioco ­– dichiara il giovane Moraschini in esclusiva ai microfoni del sito PallacanestroNapoli.it – e di conseguenza non è stato facile riprendere il ritmo di gioco. Adesso però sto bene, sto migliorando di partita in partita e mi sento pienamente in forma”.

Moraschini è sicuramente uno dei più interessanti giovani dell’intero movimento cestistico italiano, forte di una buona tecnica e sicuro dall’alto dei suoi 194 cm. Riconosciuto come play/guardia il ragazzo, in realtà sarebbe ben capace di giocare nello spot di ala piccola sia grazie alla sua fisicità e ad un movimento spalle a canestro degno di un 4: “Sicuramente non mi definisco un’ala grande – aggiunge Moraschini ­– ne tanto meno un’ala piccola, ho giocato in quei ruoli per necessità virtù vista l’assenza di Bozovic ma non è il mio ruolo. Lo scorso anno a Biella ho giocato da playmaker e a sprazzi come guardia, e credo sia quello il mio ruolo”.

Coach Gennaro Di Carlo crede molto in lui si dice convinto che il giovane classe ’91 sarà uno degli artefici principali della salvezza dei napoletani, nonostante la sua giovanissima età. Il campionato di LegaDue osserverà un turno di riposo in vista delle Final 4 di Lega permettendo così ai napoletani di arrivare al meglio della condizione allo scontro diretto contro Forlì, dando anche la possibilità a Kommatos di inserirsi maggiormente nel gruppo: “Lo stop di questo weekend ci aiuterà ad inserire il nuovo giocatore – continua Moraschini – negli schemi, ha grande esperienza e potrà darci una gran mano. Basta guardare la classifica ­–aggiunge sullo scontro diretto con Forlì – per capire l’importanza che avrà quella partita per noi. Dobbiamo assolutamente vincere per metterci due punti sopra di loro e poi continuare a vincere più partite possibili per guadagnare la salvezza. Per noi questa partita varrà quattro punti, è la più importante della stagione”. Uno scontro salvezza che, come avremo modo di vedere nel corso della settimana, significherà molto per le sorti del campionato ed è bene che la squadra di coach Di Carlo ci arrivi con la massima concentrazione.

La nostra chiacchierata con il giovane Moraschini si chiude con una sua riflessione riguardo la sempre maggiore imposizione, in conseguenza anche della riforma dei campionati, della presenza di under nei roster: “Il campionato italiano credo debba essere giocato dagli italiani e soprattutto dai ragazzi giovani che devono avere la possibilità di guadarsi sempre più fiducia negli allenatori che devono avere il coraggio di credere in loro. La regola degli under può aiutare se si da un ruolo importante a questi ragazzi, spero solo che giovani italiani come me possano trovare la possibilità di giocare tanto”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata