Riscatto Brescia, espugnato il PalaTrento e 2-1 nella serie

La Bitumcalor Trento perde gara 3 per 62 a 79 contro la Centrale del Latte Brescia, che ora conduce nella serie per 2 a 1. In un PalaTrento con 3500 persone la squadra di coach Buscaglia non è mai riuscita a trovare il proprio gioco contro l’aggressività difensiva di Brkic e compagni, che hanno condotto la gara per 40’. Trento

avrà meno di 48 ore per ritrovare la verve necessaria per provare a portare la serie in parità domenica 2 giugno alle ore 18.15 sempre al PalaTrento, davanti ai propri tifosi. Eventuale gara 5 sarà mercoledì 5 giugno a Brescia

La cronaca: quintetti tipo per entrambe le compagini con coach Buscaglia che si affida a Forray, Umeh, Garri, Dordei, BJ Elder e con Martelossi che risponde con Fernandez, Jenkins, Barlos, Giddens e Brkic. Parte forte Brescia che dopo 2′ di gioco è già sullo 0-7 grazie a Jenkins e Giddens e con Trento che  fallisce tutte le giocate a canestro costruite. I trentini però reagiscono e accorciano sul 4-7 con Forray e Garri. La tripla di BJ Elder a 2′ da giocare porta la Bitumcalor sul -2 (11-13). La gara però non decolla a causa di diversi errori e della poca precisione in fase di costruzione. La tripla di Fernandez porta Brescia sul 13-17 con cui si chiude il primo quarto. Nel secondo quarto è ancora Brescia a condurre, ma la Bitumcalor appare più attenta e ordinata rispetto a quella dei primi 10′. Con gli ospiti avanti 19-13 i bianconeri trovano il break che vale l’aggancio: Conte ridà fiducia a Trento, poi BJ Elder si carica la squadra e trova prima la tripla del 18-19 e il libero realizzato per il fallo subito per il pareggio. La gara è intensa. La leonessa non molla e reagisce. Spanghero si sblocca trovando la retina dal perimetro e risponde ai tre punti di Barlos che aveva riportato avanti i bresciani (22-22). Jenkins e Giddens tengono a distanza Trento che con Garri e Pascolo si era riportata alla minima distanza.  A 2’30” dalla dall’intervallo lungo e con il timeout chiamato da Trento il punteggio è di 26-31 in favore della Centrale del Latte Brescia, che concede poco sino alla sirena chiudendo avanti 28-35. Nel terzo periodo si riparte con grandi ritmi e intensità. Giddens (23 punti personali e top scorrer del match) è l’uomo in più di Brescia, e con Jenkins (18) mette in difficoltà il quintetto bianconero, che pure con la tripla di Umeh e i punti di Garri si era riportata a due possessi di distacco. Il massimo vantaggio arriva a metà periodo con la schiacciata di Brkic che vale il +12 e il 47-35 per Brescia. Fernandez e Brkic mantengono a distanza i bianconeri che non riescono a dare continuità alle proprie giocate e a finalizzare. Giddens e la tripla di Fernandez rendono vana la tripla di BJ Elder che aveva provato a scuotere Trento. Il terzo tempo si chiude così con Brescia avanti 46-60.L’ultimo periodo si apre con la reazione di Trento: Pascolo e Garri trovano subito punti importanti e il break che porta in gara Trento e costringe al timeout Martelossi sul 53-60. Elder porta Trento a -5 e l’inerzia della gara sembra girare a favore di bianconeri, in un PalaTrento incandescente che ritrova entusiasmo e fiducia come non mai. Luca Conte trova una delle “sue” triple per il 58-60 che chiude un break di 12-0. Brescia sembra come stordita. Ma ritrova coraggio e riprende a far gioco e punti dopo quando Giddens fa 2/2 dalla lunetta e ridà slancio ai suoi. L’americano, Fernandez (16 punti complessivi) e la tripla di Brkic riportano Brescia avanti sul 60-71, con Buscaglia che chiama timeout a 3′ dalla sirena. Non cambia nulla sino alla fine, con Fernandez e Jenkins che spengono ogni speranza bianconera e chiudono il match sul 62 a 79 per Brescia. Tra 48 ore si torna di nuovo in campo.

Bitumcalor Trento. Forray 2, Umeh 3, Garri 19, Dordei 10, BJ Elder 10, Pascolo 6, Conte 9, Spanghero 3, Bailoni ne, Gorreri ne, Basile ne.

Centrale del Latte Brescia. Fernandez 16, Jenkins 18, Barlos 5, Giddens 23, Brkic 11, Cuccarolo 2, Scanzi 4, Dalovic ne, Stagnati ne, Loschi , Lombardi