Resoconto della 1.a giornata di Legadue

La 1.a giornata del nuovo Campionato di Eurobet Legadue 2012/2013 si apre al PalaCarrara di Pistoia nella gara tra la Tesi Group Pistoia e la FMC Ferentino . L’esordio per i ragazzi di Coach Gramenzi in Legadue risulta amaro e la Società neopromossa dopo la scorsa trionfale annata in DNA capitola contro la Moretti’s band con il risultato di 86-66. In doppia cifra per gli amaranto Guarini (10+1 e 3 ass), Gurini (11+1) e doppia doppia per il britannico Ekperigin (24+13,3 ass e 5 recuperate) all’esordio assoluto nel basket italiano. Per i padroni di casa Hicks (21+3 e 2 ass) e Graves (24+4) sugli scudi, supportati dal talento ex Bologna Riccardo Cortese (14+5).

 

Sul parquet di un’altra esordiente in categoria come l’Acegas Aps Trieste si consuma la vittoria dei padroni di casa contro l’Aget Imola. Tabellone finale: 74-64. Gli alabardati di Coach Dalmasson bagnano l’esordio in categoria con una convincente vittoria frutto della vena realizzativa di tre stranger veterani della pallacanestro italiana come Brandon Brown (14+10 e 3 ass), Jobey Thomas (21+4 e 3 ass) e Ariel Filloy (10+2 e 3 ass). Per gli emiliani di Coach fucà una prova da rivedere e con le note positive dalle prestazione di Zagorac (11), Foiera (11+2) e del folletto americano Earl Gay III (14+7 e 9 ass).

In Trentino all’esordio in LegaDue per la Pallacanestro Trento 2009 le Aquile di Coach Buscaglia si scontrano con il muro della Sigma Barcellona, annunciata mattatrice del torneo e costruita per il salto di categoria. I siciliani hanno espugnato il PalaTrento con il punteggio di 72-81 e le convincenti esibizioni di Cittadini (19+4), Troy Bell (19+4 e 3 ass) e Craig Callahan (19+6). I bianconeri casalinghi hanno inscenato una prestazione di livello senza però riuscire nell’impresa: Dordei (10+7 e 4 ass), Garri (22 e 3 ass) e BJ Elder (15+1 e 2 ass).

Al PalaTriccoli di Jesi la Fileni BPA Jesi impone il suo ritmo-gara e vince in maniera convincente contro la Centrale del Latte Brescia di Sandro dell’Agnello per 73-58. I gialloverdi di Stefano Cioppi danno lo strappo decisivo alla gara nell’ultimo periodo di gioco e conquistano il bottino ieno a disposizione contando sull’apporto dell’intramontabile Michelone Maggioli (16+7 e 3 ass), Eric Griffin (24+5) e Jesse Sanders (14+4 e 2 ass). Gli ospiti hanno potuto ben poco dal punto di vista difensivo e portando in doppia cifra solo Michael Jenkins (12+8) e David Brkic (15+3).

Esce indenne dalla bolgia del PalaFantozzi la Givova Scafati di Gennaro Di Carlo che prontamente riscatta l’uscita dalla Coppa Italia in seguito al doppio turno giocato contro Napoli. I salernitani sbancano Capo d’Orlando con il punteggio finale di 65-72 grazie ad un incisivo Tavernari (20+2 e 2 ass) ed un monumentale Ron Slay:  talento incredibile che, nonostante il leggero sovrappeso da smaltire, piazza una doppia doppia da urlo (31+13 e 2 ass). All’Upea Capo d’Orlando non bastano i 17+6 di Young, la doppia-doppia del rookie Benevelli (16+12) e i 22+2 di Battle.

In Ciociaria la Marcelletti’s band perde la prima in casa contro la Le Gamberi Foods Forlì per 74-77. I giallorossi della Prima Veroli, infatti, lottano fino all’ultima sirena ma non vincono, pur portando in doppia cifra ben quattro elementi:  Hunter (14+2), Walker (14+3), Bruttini (10+7) e Berti (13+2). I forlivesi hanno hanno espugnato la città frusinate grazie al fattivo apporto di Natali (10+5), Simeoli (10+3), Todic (12+8), Roderick (20+7) e Spencer (20+2 e 3 ass).

A Casale Monferrato va di scena una sfida combattuta fino all’ultima sirena con la Novipiù Casale Monferrato che perde la prima casalinga contro la Biancoblù Bologna risultando, quest’ultimo, tra i risultati più clamorosi di giornata. La truppa Salieri trova un’ottima vena realizzativa negli elementi di spicco come Harris (15+19, Coournoh (11+3), Cutolo (11+5) e Pini (10+9). I piemontesi vedono la luce solo in Green (11+3) e Ware (15+6) ma la sconfitta può essere imputata anche ad episodi di gioco a sfavore in alcuni momenti topici della gara, bella e avvincente sino alla fine: 60-61

L’altro incredibile ed impronosticabile risultato che sorprende addetti ai lavori e non è quello che arriva dal PalaBarbuto con la vittoria per 86-66 schiacciante del Nuovo Napoli Basket che ha la meglio di una Tezenis Verona forse giunta all’ombra del Vesuvio non carica a molla come avrebbe dovuto. Nel secondo e terzo quarto gli strappi evidenti da parte di Napoli con un super Allegretti (27+10), seguito da Clemente (13+3 e 6 ass), Warren (14+6 e 4 ass) e Hubalek (21+7 e 2 ass). Per gli scaligeri di Coach Ramagli Westbrook (16+4), Boscagin (14+3) e Mc Connell (15+5).

9/10 BasketItaly.it – Riproduzione riservata