Piacenza- Bologna: due obbiettivi diversi, due soli punti in palio

Morpho Piacenza e Conad Bologna si affronteranno domenica sera al Palabanca(palla a due alle 18;15) con due obbiettivi differenti; i padroni di casa per agguantare un posto nei playoff, anche grazie al calendario favorevole, mentre gli ospiti cercheranno di ottenere due punti preziosi per mettere in cassaforte la salvezza. Al momento Bologna si trova infatti al terzultimo posto a pari punti con Imola, con un distacco di quattro lunghezze su Forlì e di due su S. Antimo.

Nella partita d’andata s’impose Piacenza per 70- 76 grazie ai venti punti di Voskuil e

all’ottimo contributo (10 punti in 18′) del giovane Casella, ultimamente ai margini delle rotazioni di coach Corbani. Sembra invece arrivata l’ora di Francesco De Nicolao, classe ’93, per dare qualche minuto di riposo al play. Partita molto importante per la Conad, che a partire da Gennaio ha cambiato continuamente i propri americani, mantenendo lo stesso nucleo italiano. A partire dal 13 di gennaio, sono infatti arrivati nell’ordine: Robert Hite, Guillame Yango, Gregor Hafnar e Marque Parry. Gli infortunati al momento sono l’ex nazionale Andrea Pecile e Hite, mentre il deludente Hafnar lascerà sabato la squadra. Coach Markovski si affiderà quindi all’esplosivo Kelley in cabina di regia(15 punti e 4 assist di media), e alla guardia tiratrice Blizzard(12 p. di media), mentre sotto canestro Baldassarre, Canavesi, Ferrero e Yango si divideranno i minuti. Bologna è reduce dalla vittoria per 76-65 al Paladozza con Scafati, squadra che aveva letteralmente asfaltato i piacentini al Palamangano. I biancoblù si sono comunque imposti grazie ai 15 di Kelley e Baldassarre e all’ottima difesa che ha forzato gli avversari a ben 26 (!) palle perse.

 

Ricordiamo che la partita sarà visibile in streaming sul sito della Morpho basket. La vittoria dei  padroni di casa e’ quotata dall’ Eurobet a 1,43 contro il 2,60 degli  ospiti. Speriamo tutti che sia una partita spettacolare come fu all’andata dove gli americani di Piacenza deliziarono il pubblico con parecchi alley-oop, merito della capacità della squadra di giocare ottimamente il contropiede. Una sfida che mette a confronto anche due filosofie societarie molto diverse: da una parte Bologna che ha cambiato molti dei suoi interpreti, dall’altra Piacenza che ha acquistato il solo Simoncelli per sostituire Scarone, puntando sulla crescita dei suoi uomini. Al Palabanca si spera il tutto esaurito!

BasketItaly.it Riproduzione riservata