Piacenza alla prova Forlì

La Morpho Basket Piacenza,reduce dalla vittoria casalinga con Ostuni,ha davanti a sé la prova Forlì. Una partita importante per capire se questa Morpho ha le carte in regola per entrare nei playoff o se si dovrà accontentare della salvezza. Questo era l’obbiettivo che si era posto a inizio anno il presidente Rispoli, e che sembra fin troppo modesto per una squadra che ha concluso al 3° posto in classifica il girone d’andata e che può contare su due talenti come Anderson e Voskuil.

Proprio quest’ultimo aveva deciso la partita d’andata con i forlivesi(in diretta tv) con una strepitosa prestazione da 37 punti e 9/11 da 3. Siamo sicuri che il duello Voskuil-Freeman, entrambi con una media di venti punti a gara, sarà entusiasmante per il pubblico. A tal proposito,sono previsti circa 50 sostenitori piacentini al PalaCredito di Forlì. I padroni di casa si presentano alla gara con un assetto completamente rinnovato: Poletti e Coleman(da Girona) sono subentrati al partente Easley,direzione Sassari. Inoltre,sarà della partita il rientrante playmaker Mike Nardi, che si troverà di fronte un Marco Passera finalmente al 100%. Piacenza spera anche di “recuperare”dal punto di vista realizzativo il Professore C.C. Harrison,parso meno brillante del solito nelle ultime gare;  crediamo però che sia un calo normale per un giocatore di 35 anni che difende magistralmente il proprio canestro per 40 minuti a partita e che se la vedrà anche stavolta con un grande realizzatore come Freeman. Che dire? Siamo sicuri che le emozioni non mancheranno e che entrambe daranno il massimo per raggiungere i propri obbiettivi: la salvezza per Forlì, i playoff(?) per Piacenza.

Di seguito le dichiarazioni di coach Corbani.

“Arriviamo da un turno di riposo ma soprattutto da una prova consistente contro Ostuni: abbiamo mosso la classifica, centrando l’obiettivo che ci eravamo posti. Adesso ci attende un’altra battaglia contro un team completamente rinnovato rispetto a quello trovato all’andata. La Fulgor Libertas recupera Nardi e farà esordire proprio contro di noi Poletti e Coleman; oltre a loro, il roster si dimostra solido con Casoli, Campani e Borsato, a dimostrazione che anche la panchina è di assoluto valore. Coach Vucinic  guida una squadra completa, ben equilibrata, sono certo che potrà disputare un buon finale di campionato. Dal canto nostro, noi dovremo essere bravi a dare seguito all’ultimo trionfo, sarà un’altra prova importante per vedere se riusciremo ad avere il medesimo atteggiamento pure fuori  casa. Lo ripeto ancora una volta: ogni partita sarà vissuta come una finale, la concentrazione dovrà sempre essere massima per tutti!”.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata