Napoli-Verona, le dichiarazioni del post-gara

Al termine di una bella e divertente gara i tecnici di Napoli e Verona sono intervenuti in conferenza stampa per commentare la partita. Coach Ramagli punta l’attenzione sul momento positivo di Napoli e della difficoltà che una squadra può incontrare nell’affrontarla: una squadra che corre e che gioca con fiducia. Coach Bartocci, dalla sua, mantiene un profilo basso e resta in attesa di un sostituto di Zacchetti. Andiamo a leggere le dichiarazioni nel

dettaglio, ecco quanto raccolto dalla nostra redazione:

 

Alessandro Ramagli: “Non era facile venire a giocare a Napoli. Una squadra che ha dimostrato già in Coppa contro Scafati di essere solida. Ci voleva una gran forza mentale per riuscire a stare dietro ad una squadra che segnava tanto e così velocemente. Hanno fiducia, sono già molto uniti e hanno dimostrato che le due gare contro Scafati non sono state un caso. Siamo arrivati anche sul -5 ma puntualmente commettevamo qualche errore banale che ci rispediva giù. Complimenti a loro”.

Maurizio Bartocci: “E’ stata una partita difficila, Verona è una squadra vera e molto tosta. Abbiamo iniziato non al meglio, abbiamo concesso troppo quando poi abbiamo cambiato la nostra intensità difensiva e abbiamo iniziato a correre siamo riusciti a girare la partita dalla nostra e di conseguenza abbiamo avuto modo di correre e creare quel solco di dieci punti che poi abbiamo gestito fino alla fine. E’ una grandissima vittoria, godiamocela sperando di poter avere una settimana un po’ più tranquilla.

Obiettivi? “Credo che questa squadra possa giocarsela con tutti se restiamo umili, se si perde la nostra dimensione, invece, non andiamo da nessuna parte. E’ un campionato difficilissimo con le nostre avversarie che hanno ottenuto risultati importanti, più del nostro stasera, basta vedere la vittoria di Bologna a Casale”.

Zacchetti: “Senza lui è dura. E’ un giocatore che ci dava una certa qualità alla nostra panchina mentre invece adesso abbiamo tanti ragazzi che mettono tanta energia e lottano ma che, in fatto di punti, non danno un grandissimo contributo. Per i sostituti non è facile, i giocatori sul mercato sono pochi e noi non siamo una società così forte economicamente che possiamo prendere quello che vogliamo, dobbiamo fare i conti con il budget che abbiamo. Vedremo…”

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata