Napoli travolge Scafati, le dichiarazioni post partita di coach Bartocci

Ieri sera al PalaBarbuto di Napoli, davanti purtroppo ad una cornice di pubblico molto modesta (circa 250 le presenze nell’impianto napoletano), il Nuovo Napoli Basket ha avuto la meglio sulla Givova Scafati per 107-92 nel turno d’andata degli ottavi di finale della Coppa Italia Eurobet 2012/13 di Legadue. Risultato abbastanza a sorpresa se si pensa che Napoli ha dovuto rinunciare sin dalla palla a due ad una delle sue punte il lungo ceco Hubalek , al giovane pivot Loncaveric, e dopo 3 minuti e 50 secondi di gioco all’altro lungo Zacchetti, costretto ad uscire causa un brutto infortunio al ginocchio sinistro (l’entità dell’infortunio e la durata dello stop saranno valutati con le consuetudinarie analisi mediche nelle prossime ore), invece dall’altra parte si presentava una Scafati, accreditata come una delle favorite alla promozione del prossimo campionato, e che in questo precampionato aveva perso solo un’amichevole contro Veroli. Però, bisogna dire, che anche il coach gialloblu Di Carlo si presentava con qualche problemino, infatti Bulleri in dubbio alla vigilia dopo pochi minuti prendeva una botta al ginocchio, e guardava tutto il primo tempo dalla panchina, mentre l’ultimo arrivato Ron Slay era in evidente ritardo di condizione fisica. Pronti e via la partita per tutta la dei primi 20 minuti di gioco è stata un esibizione di tiro dai tre punti. Napoli trascinata da Clemente trovava già dopo pochi minuti il vantaggio in doppia cifra (28-15 al 7’), però gli rispondeva nell’altra metà campo il play-guardia  Mays, e così ad inizio secondo quarto Scafati impattava a quota 39. La seconda frazione si trascinva in equilibrio con Napoli però ad avere sempre la testa avanti nel punteggio (56-51 al 20’). Con il rientro in campo dagli spogliatoi la partita sembrava avviarsi sui binari dell’equilibrio (60-59 al 23’), poi oltre al già citato Clemente per Napoli salivano in cattedra l’ex Casini e Warren, ed i partenopei ritrovavano l’ampia doppia cifra di vantaggio (82-68 al 30’). Nell’ultima frazione di gioco Napoli avrebbe dovuto risentire della fatica, causa la cortissima rotazione dei suoi uomini (Casini 40’ in campo, Allegretti 38’, 30’’, Warren e Clemente oltre i 35’), ma Scafati era  troppo molle in difesa e distratta in attacco. Gli azzurri così portavano a casa un brillante successo con 15 lunghezze di vantaggio, un bottino da difendere nel turno di ritorno  Domenica prossima a Scafati, palla a due al PalaMangano ore 18:15.

Queste sono state le dichiarazioni di un raggiante coach napoletano Maurizio Bartocci nel post gara: “Sono molto soddisfatto del cuore e dell’impegno dei miei ragazzi, tutti quelli che sono scesi in campo ci hanno messo l’anima e la giusta determinazione per sopperire alle assenze ed alla sfortuna per i tanti infortuni. Vi  dico una cosa per dimostrare l’affiatamento ed l’unità che c’è nel nostro gruppo, ad un certo punto visto che come lungo in campo c’era il solo Allegretti, mi si è avvicinato Loncaveric, che solo da ieri è tornato ad allenarsi dopo alcune settimane di stop, mi ha detto coach se ti serve solo un minuto in campo io sono a tua disposizione. Ora dovremo valutare l’entità dell’infortunio di Zacchetti, perché nel breve periodo con la volontà di tutti si può sopperire a qualche assenza, poi se le assenze dovessero persistere diventerebbero più complicate da essere gestite. Per la gara di ritorno ci aspettiamo che a Scafati troveremo il solito “bunker”, e che lo loro cercheranno di ribaltare il risultato di questa sera”.

Nuovo  Napoli Basket -Givova Scafati  107-92 (31-22, 56-51, 82-68)

Napoli: Ricci 1, Ceron 11, Casini 21, Allegretti 23, Loncarevic, Clemente 26, Warren 21,Zacchetti 4.
Givova Scafati: Mays 20, Bulleri 6, Bushati 21, Tavernari 19, Sorrentino 11, Rosignoli 6, Ghiacci 6, Slay 3.