Napoli parla Antonio Minopoli:” Stiamo lavorando, presto la conferenza stampa”.

Domani la nuova Napoli tornera’ in campo per affrontare in uno scrimmage a porte chiuse la neopromossa Ferentino di coach Gramenzi.Saranno della partita il nuovo arrivato Andrew Warren e Jiri Hubalek che è tornato in gruppo dopo l’affaticamento muscolare.Intanto l’azionista di maggioranza Antonio Minopoli è intervenuto ai nostri taccuini per fare un punto della situazione:” Siamo al lavoro intensamente dal primo giorno in cui è iniziata questa avventura, qualcono storce il naso perche’ non arrivano comunicazioni ma posso dire che noi preferiamo fare fatti concreti e presto daremo conto di tutto .Avevamo detto che la nostra prioriata’ era lo staff tecnico e l’allestimento del roster e credo che di certo non abbiamo sfigurato allestando un team che potrà darci soddisfazioni.Queste prime uscite hanno dimostrato il nostro valore e domani contro Ferentino avremo modo di vedere anche il nuovo arrivato Warren”. Giusto chiarire anche l’aspetto tifosi dopo le polemiche nate dopo lo scrimmage a porte chiuse contro  Veroli:” Credo di poter parlare anche a nome del mio socio Aniello Cesaro, nel nostro progetto la presenza dei tifosi e’ fondamentale in quanto non ci sono realtà sportive che possano prescindere dalla presenza degli appassionati ma abbiamo già ribadito nella conferenza in agosto che quest’anno siamo strutturata differentemente.
Questa è  una società nuova che fa il proprio corso,ognuno deve fare la propria parte senza ingerenze e tutti remare nella stessa direzione.Apprezziamo che i tifosi si associno in gruppi  e saremo sempre pronti a recepire la loro voce ma sempre senza travalicare le proprie competenze. Credo che la settimana prossima saremo pronti per indire una conferenza stampa dove chiarire tutti gli aspetti, dal sito alla campagna abbonamenti passando per ogni situazione ancora non palese”.Il rapporto con Aniello Cesaro altro protagonista dell’accordo S.Antimo-Napoli: ” Con Aniello c’è un rapporto solidissimo, ci sta dando grossa mano in questa fase anche nella ricerca dei partner e sponsor che possano rendere il nostro progetto solido e duraturo che poi è quello di cui necessita Napoli.Tanto si e’ detto anche sulla sua presenza ma di certo posso dire che rispetto alla conferenza di presentazione nulla e’ cambiato.Puntiamo al rafforzamento della compagine societaria sul modello Torino che puo’ contare su una trentina di soci, Napoli ha un grosso appeal e credo che magari non con i numeri esposti prima ma un po’ di imprenditori possiamo portarli insieme a noi per un progetto a lunga scadenza che e’ quelli che si auspicano tutti”.