Legadue si parte, Forlì nella tana di Veroli

Finalmente si riparte, dopo oltre 5 mesi di astinenza anche la Legadue di basket è ai nastri di partenza e per il terzo anno consecutivo anche la squadra romagnola, dopo un’estate veramente bollente è ai blocchi.

Si rincomincia da un ripescaggio per la FulgorLibertas e un nuovo assetto societario con pochi reduci dell’ultima tribolata stagione.

 

Forlì che è stata eliminata per il secondo anno consecutivo dal primo turno di coppa italia dall’Aurora Jesi è ancora in fase di rodaggio e rispetto ad altre compagini molto indietro nella condizione fisica e tattica.

L’assenza del bomber di Pergamino Musso ha già fatto intravedere discreti limiti dall’arco oltre ad un’amalgama nell’asse play pivot, Forlì sponsorizzata Le Gamberi Foods per sopperire all’assenza della guardia argentina dovrà gioco forza limitare i falli e sperare che il duo Spencer & Roderick siano in serata di grazia, perchè molto del gioco sugli esterni è incentrato sui due USA.

La prima certezza per coach Dell’Agnello è il bosniaco Todic, vero e proprio colpo di mercato del GM Ario Costa, ma il reparto lunghi sarà composto in partenza dal “giramondo” Soloperto e dalla panchina dove usciranno Simeoli e la giovane promessa del basket italiano Amedeo Tessitori.

Completano i 10 biancorossi il capitano Stefano Borsato, per lui terzo anno in romagna e i giovanissimi Tabbi e Basile.

Veroli, anch’essa eliminata in coppa quasi sorprendentemente dalla neopromossa Ferentino, nelle ultime due stagioni è sempre partita a rilento inanellando sconfitte nelle prime giornate per poi raggiungere i playoff sempre con relativa tranquillità.

Partiti quasi tutti i senatori, il nuovo coach Marcelletti avrà a disposizione nove giocatori nove si cui fare affidamento, il giovane play USA Erving è l’unico rookie della squadra che annoverà nelle proprie file giocatori di spessore quali, la guardia Hunter, il playmaker Berti oltre a giocatori di valore quali, Bruttini, Carenza, Infante, Rinaldi e Rossetti, completa la rosa ciociara la guardia Jurevicius al terzo campionato consecutivo in italia.

Il match sulla carta per Forlì sembra improbo, ma anche Veroli come i romagnoli sono ancora in fase di conoscenza visto che l’unico giocatore rimasto della passata stagione è Rossetti.

Al seguito della squadra del presidente Grazioso per questo esordio in terra laziale, ci sarà anche un nutrito numero di tifosi biancorossi, che dopo gli ultimi due esordi vincenti nelle stagioni precedenti tenterà di sgambettare la Prima e fare tre su tre.

Veroli parte col favore dei pronostici con quote molto basse rispetto alla possibile vittoria forlivese, ma sarà solo il campo a decidere la vincente.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata