LegaDue – Il punto sull’ultima di regular season

L’ultima di regular season in LegaDue si chiude con i verdetti che interessano la retrocessione di Forlì in Divisione Nazionale A e il pass per i play-off di Brindisi, Ostuni, Barcellona, Piacenza, Veroli, Pistoia, Scafati e Brescia.

La giornata si apre all’MPrime PalaMangano di scafati con vittoria esterna dell’Enel Brindisi per 95-97 contro i padroni di casa della Givova Scafati. Per la truppa di Coach Bucchi cinque gli uomini in doppia cifra: Formenti (14), Renfroe (22 e 6 ass), Borovnjak (14), Callahan (14+8) e Gibson (19+7). I salernitani, anch’essi con cinque uomini in doppia cifra, non sono riusciti a predominare dal punto di vista difensivo, nel tentativo di limitare il talento dei pugliesi: Levin (17), Radulovic (16+7), Thomas (11+8), Ghiacci (17) e Marigney (26). Piazzamenti finali rispettivamente 2° e 4° posto.

Chiude in bellezza questa regular season la compagine guidata da coach Nando Gentile, la Prima Veroli, in grado di ultimare questa cavalcata per l’intero girone di ritorno con una vittoria per 76-73 contro la Fileni BPA Jesi. Per quest’ultima ce ne sono 24 di Michelone Maggioli ed 11+5 di Ryan Hoover, seguito dai 22 scritti a referto di Jeffrey Brooks. Per i ciociari in evidenza Lee (11), Elder (19) e Jackson (11) a completare il recupero stagionale straordinario del team caro a patron Zeppieri.

Scendendo in Puglia giungiamo al Palasport di Brindisi per la sfida tra Domotecnica Ostuni e la Centrale del Latte Brescia. Il Professore Franco Marcelletti completa il miracolo portando la squadra della città bianca, per la prima volta in LegaDue, a disputarsi i play-off. I padroni di casa si sono imposti con il risultato di 75-72 contro i lombardi, guidati da Coach Dell’Agnello. Sugli scudi per i vincitori Jurevicus (21+8), Rinaldi (22+6) e Johnson (12+6 e 5 ass) mentre per gli ospiti in evidenza Thompson (18), Rombaldoni (10), Goldwire (11) e Gergati (12).

Nella decisiva gara del PalaCattani di Faenza esplode la gioia dell’Igea S.Antimo che ottengono una eroica vittoria per 81-88 avendo ragione di una Aget Service Imola non proprio in serata di grazia. Per i campani 21+11 di Alex Cittadini, 19 realizzati da Campbell, 26+6 di Troy Bell e 12 di Carlo cantone per una slavezza che sa di storica impresa alla prima stagione in categoria per la compagine cara all’Architetto Cesaro. I padroni di casa in evidente deficit di motivazioni sono andati a segno con Cournooh (13), Masotti (13), Kotti (24+10), Prato (17) e Dupree (11+7) senza però incidere positivamente sull’esito della gara.

Al PalaDozza di Bologna la Conad Bologna mette il sigillo in questa stagione di ritorno in egaDue con la salvezza raggiunta nelle ultime giornate e non consona, probabilmente, al bacino d’utenza e spettatori che la compagine del Presidente Romagnoli riesce a portare nell’arena di Piazzale Azzarita. Il risultato finale recita 93-90 con una gara avvincente e combattuta e che ha visto gli ospiti della Sigma Barcellona lottare fino alla fine per ottenere l’intera posta in palio. Tra questi ultimi ottime le prove di Lukauskis (14), Green (10+7 e 7 ass), Da Ros (14+5), Martin (11) e Curry (13). Per i biancoblù superiorità manifesta da ambo i lati del campo con lampi di luce da Kelley (18), Perry (16 e 5 ass), Yango (19+12) e Blizzard (12).

L’ultima vittoria, amara per i folrivesi, arriva al PalaCredito di Romagna con la MarcoPoloShop.it Forlì che vince 81-68 contro la già promossa Trenkwalder Reggio Emilia in una giornata giunta al termine di una settimana ricca di festeggiamenti per gli emiliani, che quindi hanno mostrato motivazioni nulle in confronto a quelle del team casalingo, il cui destino era legato a doppio filo a quanto accadesse a S.Antimo. Una favola durata poco tempo a Forlì, una città ricca di passione cestistica e con tradizione consolidata nella pallacanestro nazionale. Per gli uomini di Nenad Vucinic comunque da registrare i 16+8 di Poletti, i 12 di Borsato, gli 11 di Natali, i 13 di Roderick, i 17+8 di Coleman e i 12 di Huff.

Nell’ultima di riposo dell’anno per la Tesi Group Pistoia, si chiude il cerchio con la vittoria della Morpho Basket Piacenza in casa contro la Tezenis Verona. Gli emiliani, al pari di Ostuni, hanno compiuto il miracolo di approdare alla post season meritatamente per quanto fatto vedere nei 28 metri dei vari parquet d’Italia in tutta la stagione. I ragazzi di Coach Corbani hanno chiuso la regular season vincendo 75-71 grazie agli 11+5 di Infante, i 13 di Harrison, i 17 di Voskuil e i 14+9 di Anderson. Per la banda Martelossi onorevole chiusura d’annata con 13+7 di Waleskowski, 28+10 di Antonio Porta e 10+6 di Andrea Renzi.

08/05 BasketItaly.it – Riproduzione riservata