LegaDue – Il punto sulla 20.a giornata

Nella giornata in cui riposa la Fileni BPA Jesi e viene rinviata per avverse condizioni metereologiche la gara tra Prima Veroli e Trenkwalder Reggio Emilia si assiste ad un anticipo di giornata all’MPrime PalaMangano di Scafati in cui i padroni di casa della Givova Scafati si catapultano sulla Morpho Basket Piacenza vincendo 89-71. In una gara che ha visto anche raggiungere uno scarto massimo di 32 punti tra le due compagini, a cavallo tra il secondo e il terzo quarto, si evidenziano le ottime prestazioni del fresco di rinnovo Paul Marigney (19+4 e 6 ass), accompagnato da un combattivo Mats Levin (13 realizzati e 3 assist) e un chirurgico Nikola Radulovic (10+4). I ragazzi di patron Longobardi annichilisconouna Piacenza irriconoscibile in grado di trovare il 50% dal tiro da tre e l’88% totale ai liberi di squadra, ma che appare sulla gambe e con maglie fin troppo large in difesa per arrestare l’impeto salernitano. Per i biancorossi da segnalare i 17 realizzati da Alan Voskuil e i 13 di Simoncelli.

In terra sicula avvincente sino agli istanti finali la partitissima tra la Sigma Barcellona e l’Enel Brindisi di Coach Bucchi. Nel match bello e combattuto tra due dei team più attrezzati della categoria, emergono Jimmy Hunter (19+4 e 2 ass) e Dejan Borovnjak (17+6 e 2 ass) per i pugliesi in una contesa non ad altissimo punteggio finale ma con le difese a giocare il ruolo di chiave risolutiva del match. In un PalAlberti sold out sono anche gli uomini di Pancotto a dare spettacolo e tra cui salgono in cattedra Michael Hicks (14+5) e Mindaugas Lukauskis (15+3 e 2 ass), ma non basterà alla sirena finale e sarà la seconda della fila ad aggiudicarsi la vittoria. Alla fine il tabellone reciterà un impietoso 69-70 per i siciliani.

Spettacolare sugli spalti e in campo e degno dei derby classici tra le due bolognesi, è stato il match tra la Conad Bologna e la MarcoPoloShop.it Forlì. dinanzi agli occhi di circa 3.000 anime, in cui il team casalingo ha prevalso per 97-75 infliggendo una dura lezione alla squadra di Coach Vucinic seguita da 400 tifosi ospiti in quel di Bologna. Per la Biancoblù basket decisivi i contributi di Brett Blizzard (20+4 e 2 ass), Kelley (19+2 e 9 ass), Andrea Pecile (16+3) e Guillame Yango (13+4). Per i forlivesi sono 21 i punti scritti a referto da Wanamaker, 20 quelli di Huff e 11 di Freeman.

In ripresa la Domotecnica Ostuni di Coach Franco Marcelletti che doma la Aget Service Imola tra le mura “amiche” del PalaPentassuglia di Brindisi. Anche per gli “uomini della città bianca” saranno quattro gli uomini in doppia cifra di realizzazione a fine gara: Johnson (19 e 9 ass), Carenza (17+8), Jurevicus (16+4 e 2 ass) e Diliegro (10+12). Per gli ospiti in evidenza Davide Bruttini (16+5), Patricio Prato (12+5) e Filippo Masoni (10). La squadra pugliese ha però dimostrato nell’arco dell’intera gara una maggiore fame di vittoria e voglia di lottare su ogni singola palla. Risultato finale: 77-68.

Al PalaOlimpia di Verona la spunta la Dell’Agnello’s band della Centrale del Latte Brescia che con la superlativa prova di Leemire Goldwire (27 realizzati e 3 ass), assistito da un ottimo Franco Bushati (13+5) supera in scioltezza la Tezenis Verona di Coach Martelossi. I veneti non hanno saputo imporre il solito ritmo, ad essi congeniale, tutto difesa e velocità e alla fine dei conti i gialloblù vedranno solo i 14 punti di Mario West e i 13 di Antonio Porta portati alla causa del team caro a patron Vicenzi che perdono al cospetto di una signora prestazione lombarda per 58-70.

Chiudiamo con la sconfitta in casa della capolista Tesi Group Pistoia dell’Igea S.Antimo. I toscani sanno sempre come esaltarsi nella propria arena e al team campano non bastano i 25 realizzati da Troy Bell con 8 rimbalzi catturati e il ritorno in doppia cifra di Riccardo Moraschini (13+8). Pistoia vince soprattutto con una maestosa priova difensiva, più che offensiva, riuscendo a tenere a bada quasi tutte le bocche da fuoco santantimesi e mantenendo il team ospite a soltanto 55 punti realizzati nell’arco dell’intera gara. Alla fine della contesa saranno 20 i punti realizzati da Hardy conditi da 4 rimbalzi catturati e 2 assist smezzati per i compagni, 14+9 i numeri portati alla causa toscana di Bobby Jones e 10+6 per Jonathan Tavernari.

E’ così che si conferma sola  in classifica a 26 punti la Pistoia, seguita dal gruppone a 24 punti di Brindisi, Reggio Emilia (con più partite da recuperare) e Scafati, Barcellona e Brescia a 22 e via via il resto dei team che nell’arco di 6 punti chiudono la graduatoria di questa accattivante Eurobet LegaDue.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata