La salvezza passa da Sant’Antimo-Forlì

Nell’8.a giornata del campionato di LegaDue, l’Igea Sant’Antimo e la Marcopoloshop.it Forlì si giocheranno, in terra partenopea, le ultime possibilità di permanenza nel secondo campionato nazionale. Palla a due prevista per domenica 11 marzo alle ore 18.15. Entrambe le squadre sono appaiate in fondo alla classifica con 12 punti, distanziate di sole due lunghezze da Imola, e vivono momenti decisamente opposti. L’Igea di coach Di Carlo sono reduci dalla vittoria interna contro la Tezenis Verona e da una buona gara sul campo della fortissima Enel Brindisi, la squadra romagnola è al centro di una vera e propria bufera che l’ha portata a perdere ben sette partite di fila il che fa restare solo ad uno il conto delle vittorie nel 2012 e a zero quello delle vittorie nel girone di ritorno. Mentre la dirigenza continua a dare fiducia al tecnico Nenad Vucinic si inizia a discutere su quelle che siano le cause di un campionato che partita dopo partita sta diventando sempre più fallimentare. Sembra che alla base ci sia un problema economico di stipendi non pagati e, di conseguenza, i giocatori romagnoli non presentano tutta la grinta che il caso richiederebbe (per approfondimenti leggere lo sfogo di Nardi su Facebook).

Passando al campo, entrambe le squadre hanno potuto usufruire della sosta per poter preparare al meglio questa partita e per poter integrare maggiormente i nuovi arrivi: Kommatos dal lato napoletano e la coppia Poletti-Coleman per i ragazzi di coach Vucinic. Dal punto di vista degli infortunati, a parte una condizione non ancora eccelsa del playmaker romagnolo Mike Nardi e l’assenza di Bozovic, non c’è nulla da evidenziare.

I ragazzi di coach Di Carlo sono galvanizzati dalla grande rimonta che hanno fatto in campionato e che li ha portati a giocarsi questo spareggio a pari punti contro una diretta concorrente e del tutto intenzionati a ribaltare il risultato della gara d’andata che, lo ricordiamo, finì 72-64.

Chiave Tattica
La partita in questione sarà fin da subito uno scontro all’ultimo sangue su ogni pallone, su ogni rimbalzo ma, senza farci troppi giri di parole, appare evidente che una chiara indicazione del risultato della partita potrà emergere dall’esito dello scontro tra i due capocannonieri delle squadre: Troy Bell (21.5 punti, 6 rimba e 2 assist) da una parte e il giovane Mambu Freeman (21.6 punti di media) dall’altra. Per quanto riguarda il reparto esterni, mettendo un attimo da parte Bell e Freeman, gli ospiti possono contare un maggior apporto in termini di punti da Nardi (10.8 punti e 6 assist) e Huff (15.2 e 7.1 rimba) rispetto ai corrispondenti napoletani Moraschini (8.7 punti e 4 rimba) e Campbell (13.4 punti, 5 rimba e 2 assist). Tuttavia, questa minor concretezza a canestro viene equilibrata dalla squadra di coach Di Carlo grazie ad una maggior esperienza ed un più significativo impatto difensivo del capitano napoletano Carlo Cantone e di Marco Rossi, rispetto a Borsato e al giovane Campani. Spostando lo sguardo sotto canestro sarà interessante valutare i progressi fatti dal greco Kommatos in fatto di convivenza con il buon Alessandro Cittadini (10 punti e 5 rimbalzi). Stesso discorso per Forlì che avrà avuto maggior tempo per inserire negli schemi i nuovi arrivati Poletti e Coleman che però già discretamente erano apparsi nelle precedenti due uscite. L’arma in più per Sant’Antimo potrebbe essere rappresentata dal giovane Eliantonio, protagonista di prestazioni sempre più in crescendo.

Partita, dunque, all’ultimo respiro che costringerà le due tifoserie a soffrire fino alla fine. Detto dell’impatto di Troy Bell, di Mambu Freeman, del recupero di Nardi o dell’impatto di Kommatos piuttosto che di Poletti è ovvio che l’aspetto determinante della partita sarà rappresentato dal pubblico del PalaPuca di Sant’Antimo.

Gli arbitri dell’incontro saranno Roberto Materdomini, Enrico Bartoli e Pasquale Pecorella.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *