La fedeltà dei tifosi di Biella: 740 abbonati nella prima fase

I tifosi della Pallacanestro Biella non fanno mancare il supporto alla loro squadra. Chiusa la prima fase della campagna abbonamenti a quota 740. Eccellente risultato se si siete conto della situazione non facile dei rossoblù che, da giorni, sono alla ricerca del nuovo main sponsor. Sul mercato è corsa a tre tra Togano, Mazic e Zaharie; il budget non è altissimo dopo i colpi Harrell e Sims.

Questa mattina sul quotidiano “La Stampa-Biella”:

In 740 hanno dichiarato fedeltà ai colori rossoblu. «Fedeltà» era proprio lo slogan della prima fase della campagna abbonamenti di Pallacanestro Biella che è andata a chiudersi nel pomeriggio di ieri. In un momento storico non semplice, con il club rossoblu ancora in trattativa per l’annuncio di un nuovo main sponsor, con una squadra che cambierà profondamente pelle rispetto al passato, i tifosi hanno comunque partecipato alla chiamata alle armi per il nuovo anno. La scorsa stagione la prima fase si era conclusa a quota 600: di certo ha agevolato il fatto che per molte fasce di tifosi questa prima parte garantiva una scontistica dedicata. Lo show In fin dei conti chi ha acquistato l’abbonamento non lo ha fatto a scatola chiusa: visto che l’ossatura portante della squadra è già stata annunciata e ora mancano solamente i giocatori di contorno per concludere il roster. A proposito di basket mercato: si continua a sondare la serie B, con tre giocatori sotto la lente d’ingrandimento. Sparate le cartucce importanti per KT Harrell e Deshawn Sims, non resta un budget faraonico: Marco Torgano, lo scorso anno alla Paffoni Omegna, resta un nome che potrebbe riavvicinarsi durante le prossime ore. L’altro nome papabile è quello di Armiti Mazic reduce da un importante settore giovanile e lo scorso anno a Costa Volpino sempre in serie B. L’alternativa è Alin Zaharie, cresciuto nel settore giovanile dellAuxilium Torino. Ora resterà da capire come il pubblico proseguirà ad avvicinarsi alla campagna abbonamenti con il fatto che i prezzi subiranno un lieve rialzo. Per arrivare ad una quota di almeno 1200 abbonati c’è ancora molto da fare, agosto sarà un mese fiacco, ma a settembre se i risultati delle prime amichevoli aiuteranno allora al last minute potrebbe esserci un ritorno di fiamma al botteghino.