Jesi strapazza Imola, che resta a secco

Ultimi due quarti troppo brutti per essere commentati da parte di una Andrea Costa che subisce la seconda sconfitta fra le mure amiche del Palaruggi, merito di un Aurora Jesi quadrata e vogliosa di fare risultato dopo la beffa interna con Bologna. Imola regge bene a rimbalzo (38-32 per i locali) ma è molto confusionaria in attacco  (22 perse) dove sopratutto nell’ultimo quarto si vede una squadra con poche idee. Jesi invece scappa quando è il momento propizio, grazie ad una serata strepitosa di Eric Griffin (rimbalzi,difesa,tiro dall’arco,schiacciate, penetrazioni) un vero tutto-fare dall’altletismo illegale per questa categoria.

Gli esperti Maggioli e Hoover sono ben limitati dal coach biancorosso Fucà ma Sanders e Griffin (39 punti in due) saranno due spine nel fianco degli imolesi per tutta la contesa. Unica nota lieta in casa biancorossa il buon minutaggio concesso a Chillo (6 minuti a Turel) che ripaga con 9 punti e 8 rimbalzi la fiducia del coach.  Stefano Cioppi parte con Sanders,Hoover,Valentini,Griffin, Maggioli mentre Imola risponde con Gay, Marigney, Maestrello, Chillo e Zagorac. Apre le danze Maestrello da 2, poi lo seguono un pimpante Chillo e Gay, ma Eric Griffin decide subito di farsi notare ricucendo il break da solo (8 punti filati per l’ala statunitense). Buon duello al tiro anche fra Maggioli e Zagorac con il primo quarto che termina 17-14 per i romagnoli. Il secondo periodo vede le prime iniziative di Marigney, e buone cose per gli ospiti da parte di Santiangeli. La partita è scorbutica con molti errori da entrambi i lati con un punteggio molto basso basso all’intervallo (29-27 al 30′). Dopo la pausa lunga è ancora Griffin che si libera dopo i pick and roll, o grazie ai ribaltamenti di lato di un lucido Maggioli (spesso raddoppiato), e non sbaglia nessun tiro piazzato. L’ultimo quarto sulla difesa mista uomo e zona di coach Cioppi, l’Andrea Costa alza bandiera bianca e lascia il campo fra i fischi dei propri sostenitori, mentre Jesi fa festa con i tifosi giunti dalle Marche. Brutto passo indietro per Imola che rimane a 0 in classifica per mentre gli arancioblù arriva il secondo hurrà di questo primo scorcio di campionato.

Aget Andrea Costa Imola-Fileni Bpa Jesi 50-65 (17-14; 12-13; 11-18; 10-20).

Aget Nature Imola : Masoni 2, Chillo 9, Foiera 4, Maestrello 10, Gay 4, Marigney 11, Zagorac 10,Valenti, Turel, N.e Riga. coach Fucà

Fileni Aurora Jesi : Colonelli, Bargnesi 2, Maggioli 9, Hoover 2, Sanders 9, Gaspardo 2, Griffin 30, Santiangeli 5, Dolic ,Valentini 6. Coach Cioppi

Mvp: Griffin