Imola passa al PalaBarbuto, il destino dei napoletani è appeso ad un filo

L’Andrea Costa Imola  espugna il PalaBarbuto di Napoli battendo i padroni di casa della Nuovo Basket Napoli per 72-73, dopo un finale palpitante non consigliabile per i deboli di cuore. Partita che si è svolta in un clima strano dopo gli accadimenti delle 48 ore precedenti, con una Napoli troppo poco serena e tranquilla per poter giocare al meglio come nelle precedenti gare.

Il futuro squadra napoletana priva di tutti i suoi massimi dirigenti tra dimissionari ed assenti, non si sa quanto più o meno giustificati, è sempre più appeso ad un filo, ed anche la conferenza stampa del dopo gara di coach Bartocci non lascia presagire nulla di buono. La cosa più triste è che dopo solo tre giornate di campionato si possa pensare che la partita di questa sera di Napoli possa essere stata l’ultima della stagione per un prematura uscita di scena causa problemi economici. Dispiace soprattutto per questo gruppo di giocatori che ha dato sempre il massimo i campo, e soprattutto per i quasi 1500 spettatori, che questa sera hanno presenziato alla gara del PalaBarbuto, che non hanno fatto mancare il loro sostegno ed incitamento. Per quanto riguarda la parte sportiva Napoli rimane a quota zero in classifica, e si  mangia le mani per come ha gestito il finale di gara, mentre Imola con il successo di questa sblocca la quota zero nelle vittorie. Migliori in campo per Imola il duo americano Gay-Marigney, mentre per Napoli protagonista in chiaro scuro Marco Ceron. Il giovane prodotto del vivaio della Benetton con un super quarto finale ha portato Napoli ad un passo dalla vittoriosa rimonta, ma lo stesso Ceron con una pessima gestione dell’ultimo possesso offensivo ha precluso la possibilità di vittoria ai suoi.

 

La partenza del match è in favore dei napoletani che vanno avanti sul 4-0 al 3’, il primo canestro della partita imolese porta la firma di Dj Gay. Il regista americano suona la carica e uomini di Fucà che piazzano un break di 0-12 e si portano al massimo vantaggio sul +8 (4-12 al 6’). Napoli con un contro break di 7-0 si riportano sul -1 (11-12 al 8’). Al primo mini-intervallo si va con i biancorossi avanti di 6 (11-17 al 10’). Ad inizio seconda frazione Imola con un canestro del giovane Chillo ritrova il massimo vantaggio sul +8 (11-19), ma subisce la reazione dei padroni di casa ispirata e così Napoli torna sul -1 (23-24 al 16’). Una serie di canestri del duo americano dell’Andrea Costa Dj Gay e Marigney dalla lunga distanza riporta Imola sul +7 (28-35 al 19’). All’intervallo l’Aget è avanti di 6 (32-38 al 20’). Napoli da metà terzo quarto  si mette a zona, e la formazione imolese incontra difficoltà ad affrontare la nuova difesa proposta dai partenopei. L’ala americana Warren va a segno con dieci punti in fila, e porta gli azzurri in vantaggio nel punteggio dopo lungo tempo  (52-49  al 28’). Il terzo quarto va in archivio con Imola nuovamente avanti sul 56-57. L’inizio della frazione finale è tutto di marca biancorossa che con parziale di 6-0 ritorna sul +7 (56-63 al 32’). Napoli trova il grande protagonista dell’ultima parte di gara nel giovane Ceron che con una tripla ed gioco da tre punti riporta Napoli sul -3 (64-67 al 36’). Masoni e Gay vanno segno in entrata, e così Imola riallunga sul 68-73 al 38’).  Ceron è scatenato firma la terza tripla nel quarto, e  riporta i padroni di casa sul -2 (71-73). Lo stesso Ceron avrebbe la possibilità di impattare la contesa, ma fa 1/2 ai liberi (72-73) a 20 secondi dal termine. Sulla rimessa in zona d’attacco Gay subisce fallo, e clamorosamente l’ americano fallisce entrambi i liberi. Napoli ha la grande opportunità del sorpasso finale, ma Ceron si perde in un mare di palleggi senza attaccare Foiera che gli era finito in marcatura sul cambio difensivo. Il giovane si alza per un tiro da tre punti da oltre sette metri che non trova nemmeno il ferro, mancherebbero ancora 4-5 secondi ma Napoli non riesce a commettere fallo sugli avversari, che festeggiano il successo.

Nuovo Napoli Basket-Aget Imola 72-73 (11-17, 32-38, 56-57)

Napoli: Ceron 21, Allegretti 20, Warren 12, Hubalek 10, Clemente 9

Imola: Gay 19, Marigney 17, Zagorac 10, Chillo 6, Masoni 8, Zanelli 3, Maestrello 4, Foiera 6