Imola ingrana la seconda,Trieste opaca!

L’anticipo televisivo della Rai vede affrontarsi Aget Imola e Acegas Trieste al PalaRuggi di Imola, dove al termine di 40 minuti molto combattuti ha avuto la meglio l’Andrea Costa guidata da Francesco Foiera, Frassineti e uno strepitoso Valenti. I padroni di casa domano dunque Trieste, e ottengono la seconda vittoria in meno di sette giorni fra le mura amiche.

La cenerentola della Legadue porta a casa un altro scalpo pretigioso (dato la posizione in classifica dei Giuliani) e si porta ad 8 punti facendo giocare un solo straniero e molto i suoi giovani, ricevendo un caloroso tributo dal proprio pubblico presente. Gli ospiti guidati da Dalmasson in avvio schierano il solito quintetto con Ruzzier in regia, gli esterni Thomas ( ex dell’incontro) e Mescheriakov, e i lunghi Gandini e Brown, mentre Fucà risponde con Gay, Frassineti, Maestrelllo, Valenti e Chillo. Le squadre aprono le danze con 4 canestri dall’arco ( 2 ciascuno) ma è solo un fuoco di paglia perchè da quì in poi entrambe faticheranno molto nelle conclusioni pesanti (e pure da vicino). Primi due periodi molto equilibrati dove le squadre sparacchiano molto e sono fallose causa un metro di arbitraggio discutibile, con molti canestri che arrivano dalla linea della carità. Il pubblico imolese si inviperisce con la terna in grigio per due falli molto evidenti non fischiati al giovane Mirco Turel, determinato e sufficiente in campo e un tecnico per proteste a Fucà. Da un lato è il play Ruzzier a tenere a galla i giuliani ma Frassineti inventa e Valenti sembra come rigenerato e sfodera una partita superba ( 18 punti e 10 rimbalzi, 28 valutazione). Nella ripresa la partita cala ancora di livello tecnico ma entrambe le formazioni lottano e ci credono, ma Imola riesce con alcune incursioni di Masoni, Frassineti e un buon Valenti a toccare il più 10 ( 57-47). I gregari Mastrangelo e Filloy danno ossigeno agli ospiti, poi Carra colpisce da 3. Qui avviene il fatto che decide la partita. Thomas gravato di due falli viene sanzionato della terza penalità a rimbalzo, il giocatore protesta e becca tecnico, poi lancia la palla in mezzo al campo (senza colpire nessuno), e così viene espulso. I 6 tiri liberi vengono tutti realizzati da Frassineti , freddissimo dalla lunetta. Imola mantiene l’inerzia fino al termine grazie ad un immenso Foiera su entrambi i lati del campo. L’Aget vince e strappa gli applausi del suo popolo molto caloroso. Trieste deve invece rimboccarsi le maniche e capire cosa non è funzionato in una serata che ha visto i 2 americani produrre in coppia solo 10 punti, oltre percentuali scarse di squadre.

Aget Nature Imola- Acegas Trieste 70-58 ( 22-19; 14-11; 16-13; 18-15)

Imola: Chillo 3, Maestrello 2, Masoni 6, Sabattani, Valenti 18, Frassineti 19, Foiera 15, Gay 4, Turel 3, Riga n.e. All.Fucà.

Trieste: Fall, Ondo mengue, Filloy 5, Mescheriakov 14, Ruzzier 11, Brown 4, Thomas 5, Carra 7, Gandini 6, Matrangelo 6. All. Dalmasson

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *