Il resoconto della 5.a giornata di Legadue

La 5.a giornata del campionato di Legadue targata Eurobet si apre nel consueto Friday Night con la NoviPiù Casale Monferrato che sbanca 81-88 il difficile campo di Jesi. La Fileni BPA Jesi di Coach Cioppi infatti porta quattro uomini in doppia cifra: Maggioli (25+9), Hoover (18+6 e 7 ass), Griffin (18+9) e Sanders (14+3). Il punto debole dei marchigiani è stata senza dubbio la difesa troppe volte infilata dalla linea dei 6.75 dalla banda Griccioli (37.5% contro il 23 % dei padroni di casa) con protagonisti: Rodney Green (32+3), Giancarlo Ferrero (11) e Casper Ware (29+5) e una maggiore lucidità difensiva dei piemontesi che, evidentemente, ha contato in maniera sufficiente per arrivare alla vittoria.

Al PalaOlimpia di Verona la Tezenis Verona conquista la terza vittoria in campionato contro l’Upea Capo d’Orlando per 79-69. I veneti ringraziano i tre elementi di punta, per quanto fatto vedere in questo inizio, del roster giallo-blù: Westbrook (14), un Lawal da doppia-doppia (12+11) e Ghersetti (21+8). Per i siciliani scialba prova offensiva e poca variabilità bnegli attacchi, nonostante i quattro uomini in doppia cifra: Young (13+5), Poletti (18+8), Portannese (12) e Rullo (10).

In terra toscana arriva lo stop per la Acegas Aps Trieste al cospetto della più esperta e compatta Tesi Group Pistoia che si aggiudica la contesa per 82-77. Per la truppa Moretti ce ne sono 11+13 di Toppo, 15 di Michael Hicks e 26+6 di Graves. Tra i giuliani, che comunque hanno fatto sudare le sette camicie ai padroni di casa, in evidenza Ruzzier (13+4), Jobey Thomas (14) e Gandini (14+12).

Nel frusinate va di scena il blitz esterno della Centrale del Latte Brescia ai danni della Prima Veroli. I ragazzi di Coach Marcelletti, dinanzi alla propria gente, capitolano per 80-82, per effetto delle cinque bocche da fuoco bianco-blu in giornata di grazia al tiro: Fernandez (13), Jenkins (13), Giddens (25+8), Barlos (12+4) e Brkic (15+6). Per i giallo-rossi ce ne sono 23 di Hunter, 20+7 di Jurevicus e 20 di Walker.

In Trentino Alto Adige la Pallacanestro Trento 2009 ha la meglio su un Aget Imola, ancora priva dei primi punti in campionato, per 84-73. I bianconeri di Buscaglia, gasati dalla folla della propria arena vedno splendere la stella di Umeh, sul proprio parquet, con 38 realizzati e 8 catturati, accompagnato dai 12 messi a bersaglio di BJ Elder. I ragazzi di Coach Fucà, ancora in cerca della prima gioia stagionale, non volendo considerare quella di Napoli al momento invalidata dalla FIP, si mettono in luce grazie ai contributi di Valenti (12+7), Zagorac (12) e Marigney (22+5).

Dopo l’esilio forzato in quel di Cefalù, la Sigma Barcellona torna nella propria città e sfodera una prestazione da 30 e lode grazie al 97-83 ottenuto su una FMC Ferentino apparsa inerme dinanzi alla cattiveria agonistica e freschezza atletica dei padroni di casa, caricati a molla da un PalAlberti infuocato. I Perdichizzi boys sul piedistallo in questa gara sono: Troy Bell (29), Green (10 e 7 ass), Callahan (19+9) e Sanders (10+7). I laziali sono apparsi confusi in difesa pur non demeritando in attacco con James (20+7), Ekperigin (20+10) e Carrizo (15).

Nella giornata di riposo della Biancoblu Bologna chiude il giro di partite la vittoria della Givova Scafati in terra forlivese sul campo della Le Gamberi Foods Forlì per 76-84. Il team caro a patron Longobardi ottiene la prima vittoria da quando, sulla panchina campana, si è seduto Maurizio Bartocci. Splendenti le prove di Mays (22+5 e 5 ass), Tavernari (17), Ghiacci (12) e Slay (24+9). Per la ciurma di Dell’Agnello sconfitta dolorosa conseguita dinanzi al proprio popolo a cui sembra aver contribuito negativamente il periodo di appannamento della guardia argentina Bernardo Musso (solo 6 punti). In luce per i padroni di casa Todic (18), Roderick (19+10) e Spencer (22+6).

06/11 BasketItaly.it – Riproduzione riservata