Il resoconto della 3.a giornata di Legadue

La 3.a giornata di Eurobet Legadue si apre al Palasport di Frosinone con la vittoria dell’Aquila Basket Trento contro la Prima Veroli per 56-74. I ragazzi di Coach Buscaglia ottengono la prima gioia alla prima esperienza in Legadue grazie alle convincenti prove di Dordei (12+5), BJ Elder (12) e Garri (20+5). Di contro i padroni di casa in maglia giallorossa hanno disputato una scevra gara in attacco con 20 palle perse e dinamiche offensive tutt’altro che impeccabili, nonostante i 12 di Jurevicus, i 14+7 di Rinaldi e gli 11+4 di Berti.

In quel di Pistoia la Tesi Group Pistoia di Coach Moretti ha la meglio della Tezenis Verona di Ramagli con un netto +16 finale: 67-51. Sugli scudi per i toscani Toppo (10+13), Hicks (14+5) e Cortese (17+8) ma in generale gli arancioni questa gara l’hanno conquistata in difesa riuscendo a limitare le bocche da fuoco venete, fermandone la vena realizzativa ad appena 51 punti totali. Per gli ospiti, infatti,  da segnalare slo i 12 di Westbrook e i 18 di Massimo Chessa.

In Piemonte altro match dalle aspettative intriganti tra Novipiù Casale Monferrato e l’Upea Capo d’Orlando. I padroni di casa asfaltano letteralmente gli ospiti sicialiani chiudendo con un eloquente 101-71 all’ultima sirena. La banda di Coach Griccioli mette in luce ben 5 uomini in doppia cifra realizzativa: Malaventura (15), Green (23+7), Martinoni (15+5), Ferrero (11), Ware (21+5) e vince in scioltezza contro una Capo d’Orlando tutt’altro che spenta offensivamente ma con gravi errori nella propria metà campo di gioco. In evidenza per l’Upea Young (10), Otis George (20+4), Battle (10) e Mathis (12+5).

All’MPrime PalaMangano di Scafati si consuma per 86-88 la sconfitta che sancisce una mini-crisi in casa Givova Scafati culminato con l’esonero di Coach Di Carlo. La Centrale del Latte Brescia di Martelossi ha sfoderato una prestazione eccelsa in Campania in virtù della serata di grazia di molti dei suoi elementi: Fernandez (11 e 5 ass), Loschi (15), Jenkins (18+4), Giddens (17+5) e Brkic (18+8). Ai gialloblù di patron Longobardi non basta il tentativo di rimonta finale materializzatosi nell’ultimo periodo di gioco ma non portato a compimento dai vari Mays (11 e 4ass), Porta (19+4), Baldassarre(21+10) e Ghiacci (10+7).

In Sicilia sul parquet neutro di Cefalù si consuma la prima sconfitta stagionale della Sigma Barcellona ad opera della Le Gamberi Foods Forlì per 92-94. I forlivesi hanno fatto la parte dei leoni “in casa” di un team che molto difficilmente concederà altre vittorie in campionato ai propri avversari. DI livello le esibizioni di Musso, Todic, roderick, Spencer e Soloperto. Per il team caro a patron Bonina ce ne sono 27+5 di Troy Bell, 16 di Taurean Green e 27+8 di Craig Callahan.

In una giornata ricca di colpi esterni se ne registra un altro della Biancoblù Basket Bologna in casa della Fileni BPA Jesi per  87-90. I ragazzi di Salieri hanno inscenato una prestazione super al PalaTriccoli dimostrandosi più precisi al tiro dalla linea della carità (95%) e a quello dei 6,75 (36%) a fronte di un dato negativo a rimbalzo (26 contro i 36 della Fileni). In evidenza per gli emiliani Harris (11+3) Coournoh (17), Pecile (16 e 6 ass) e Cutolo (20). Per i gialloverdi di casa ce ne sono 38+11 di Michelone Maggioli che sta vivendo una seconda giovinezza nella squadra di cui è per il secondo anno consecutivo capitano, 13+4 di Valentini e 18+9 di Eric Griffin.

Dinanzi ai 2600 del PalaTrieste arriva la vittoria dei padroni di casa dell’Acegas Aps Trieste contro la FMC Ferentino per 84-79. Gli alabardati di Coach Dalmasson vincono grazie alle esaltanti prove del triestino Ruzzier (16+4), di Jobey Thomas (19), Mescheriakov (12) e Gandini (12+10). Ai laziali di Franco Gramenzi risultano insufficienti le buone prove di El Amin (10), Gurini (22+6), Righetti (13) e James (13+12).

In conclusione si schioda dallo zero iniziale la Aget Service Imola che sbanca il Palabarbuto di Napoli per 72-73 contro un Nuovo Napoli Basket ancora corto nelle rotazioni e distratto dalle vicende societarie. Un Marigney subito protagonista nonostante l’esordio in maglia imolese con 17 realizzati e 6 catturati, seguito dai 19+6 di Gay e i 10+5 di Zagorac. Per i partenopei che, fermi a quota zero, dovranno ancora attendere prima di festeggiare la prima vittoria in campionato, ce ne sono 10+15 di Hubalek, 12 di Warren, 20+12 di Marco Allegretti e 21 di un sorprendente Ceron.

22/10 BasketItaly.it – Riproduzione riservata