Il post partita di Trento – Casale

 VI Legione tifosi TrentoGRICCIOLI (Coach Casale): Siamo stati aggrediti da Trento che ha dimostrato la forza ed il talento per essere dove sta, era un fiume in piena. Poi abbiamo affrontato con piglio diverso la seconda parte dell’incontro partita . Abbiamo dimostrato di non mollare, l’abbiamo fatto per un anno, chi è stato in campo è chi ne aveva di più, e giustamente alla fine abbiamo giocato una partita di pallacanestro che per oggettivi meriti di Trento, non avevamo fatto nel primo tempo. Sono abbastanza contento di Amato, complice un po’ i falli e la giornata un po’ così di qualcuno ha avuto ciò che si meritava,, volevo due palleggiatori in campo perché Trento ci soffocava
Riguardo Giovara sono contento per lui, era un po’ ai margini, l’avevo preparato per giocare contro Elder, non un compito semplice, ha avuto la personalità che non ha avuto altre volte.

BUSCAGLIA (Coach Trento):Abbiamo giocato tosti e determinati, grande contro una squadra di mentalità
Rischiavamo di fare non benissimo, invece abbiamo fatto bene. Abbiamo subito dato un’impronta immediata alla partita, abbiamo cercato anche di farlo all’inizio del 3^ ma non siamo riusciti a farlo subito l’abbiamo fatto un po dopo, li tecnicamente qualche penetrazione un po’ troppo profonda.
Abbiamo concesso qualcosa però la prova e stata importante , per cui proseguiamo così.
Bisogna leggere meglio le situazioni in attacco, BJ Elder ha letto subito Martinoni, l’ha attaccato immediatamente, mentre Brandon ha giocato più sull’arresto e tiro e sul tiro da fuori.
Contento per il numero di liberi tirati, percentuale bassa di realizzazione ma non siamo abituati a tirarne tanti in partita, abbiamo impostato la gara con la palla in movimento per cercare di mettere la palla vicina a canestro, cercare i contatti giusti per andare in lunetta, perché le statistiche delle ultime partite erano bassissime per il numero di falli presi
Deve fare i complimenti alla stagione di Casale , come sta in campo tutte le domeniche, come traspare come società.
Spanghero ha giocato di più play, l’ho tenuto di più in campo perché stava andando bene ma doveva cercare di lanciare qualche contropiede in più e qualche palleggio in meno, ne abbiamo parlato, ha resettato, così ho preservato Forray che aveva preso qualche colpo.
Santarossa un buon collante, gioca bene per giocare dentro e fuori, può alzare ed abbassare il quintetto
Contento per il passo in avanti di Lechthaler e per Elder che è ripartito dagli ultimo otto minuti di Capo d’Orlando e li riattaccati ai primi cosi ne ha fatti 25 consecutivi.

 

SPANGHERO (MVP dell’incontro): avevamo accumulato un grande vantaggio all’intervallo, lo dico sempre non dovrebbe normale ma è inevitabile un attimino sedersi, ma in momenti come questo bisogna essere duri, e quando Casale da – 17 è arrivata a – 9, abbiamo tenuto, quindi una gran prova di carattere da parte della squadra.
Ho giocato in maniera molto simile a quella di Capo d’Orlando con la differenza che i tiri sono andati dentro, ho fatto giocare la squadra ,servito assists, se poi devo anche segnare sono ben disposto.
Ci serviva una partita più tranquilla, per va per mandare un messaggio a Capo d’Orlando che domani ha la partita più difficile.

Massimo Fuiano

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *