Hoover al fotofinish manda Scafati al tappeto: Jesi prima finalista

Nella prima gara delle Final Four di Coppa Italia di Legadue subito si confeziona la prima sorpresa della manifestazione. Infatti sul parquet di Bari la Fileni Jesi ha battuto la Givova Scafati per 79-78 grazie ad un tiro da tre punti di Ryan Hoover ad 83 decimi di secondo dalla fine dell’incontro.

 

Per uno strano scherzo del destino si è ripetuto a parti opposte il finale di gara di circa quindici giorni fa in campionato, quando Scafati espugnò allo scadere il palasport di Jesi con un canestro da tre punti sulla sirena  di Marigney. Pronostico della vigilia completamente ribaltato con la vittoria dei marchigiani contro la squadra del momento della Legadue la Givova Scafati. La squadra campana capolista del campionato, infatti era reduce da ben sette vittorie in fila in campionato, ed in pochi credevano che la Fileni potesse essere capace di sgambettare la squadra gialloblù. Invece Jesi che ha nel proprio Dna quello di non mollare mai e di combattere in tutte le occasioni, anche quando la squadra nel corso della stagione è stata in difficoltà per gli infortuni, nella gara di questa sera ha messo in luce queste qualità per portare a casa un insperato successo alla vigilia. Uomo partita per i marchigiani è stato Ryan Hoover (10 i punti realizzati dall’esperto play americano tutto pepe):  il giustizie dei campani con l’incredibile tiro da tre punti sulla sirena, ma da sottolineare tra le fila dei marchigiani le prove di Maggioli e McConnell. Il Maggiolone nazionale sfruttando l’infortunio nelle prime battute di gioco del suo alter ego in casa Givova James Thomas ha dominato sotto i tabelloni producendo una grande prova da 20 punti (8/13 da due) conditi da 12 rimbalzi. Il play mormone McConnel (18 punti)  invece è stata la croce della difesa campana con le sue penetrazioni fino al ferro. Da sottolineare in casa Fileni anche la prestazioei di Migliori (14 punti con 2/2 da due e 2/6 da tre) che sta recuperando la forma dei bei tempi dopo le noie fisiche di inizio stagione. Prova a corrente alternata, invece, quella di Brooks (10 punti), cha a tratti ha messo in mostra la sua classe e talento, ma poco appariscente nei momenti delicati della partita. La Givova, detto che ha praticamente fatto a meno per tutta la gara di Thomas, ha avuto il suo migliore realizzatore nel solito Marigney (top scorer della gara con 24 punti) che si è battuto come un leone a rimbalzo dove ha conquistato addirittura 15 carambole. Insieme a Marigney il migliore tra gli scafatesi è stato Radulovic (18 punti con 5/7 da due e 2/5 da tre), che però ha dovuto abbandonare la partita nei minuti finali a causa del quinto fallo.

Jesi ha sempre fatto corsa di testa nel match, con vantaggi oscillanti sempre tra i cinque ed i nove punti nel secondo quarto, prima di trovare il massimo vantaggio in doppia cifra (34-44 al 20’) proprio sulla sirena del secondo quarto. All’uscita dell’intervallo lungo la Fileni si portava in vantaggio di 17 lunghezze (37-54,) e sembrava trovare l’allungo decisivo. A questo punto Scafati reagiva e dimezzava lo svantaggio alla fine del terzo quarto (54-62 al 30’). Nella frazione finale la partita diventava equilibratissima ed emozionante: Scafati completava la rimonta e si portava in vantaggio sul 75-74. Hoover con un canestro dall’angolo dava nuovamente il vantaggio ai suoi (75-76), mentre Ghiacci con un libero riportava la gara in parità (76-76). McConnell subisce fallo, ma fa 0/2 dalla lunetta, Casini subisce fallo sul rimbalzo e non sbaglia i due liberi a sua disposizione (78-76). Coach Cioffi chiama time-out, e sulla rimessa Hoover, dopo una ricezione faticosa, realizzava la tripla della vittoria.

Givova Scafati-Fileni Jesi 78-79

Givova : Marigney 24, Radulovic 18, Casini 12, Ghacci 11, Levin 7, Rosignoli 4, Sorrentino 2

Jesi: Maggioli 20, McConnell 18, Migliori 14 , Brooks 10, Hoover 10, Valentini 4, Santiangeli 3

Mvp: Hoover

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata