Forlì scende in sicilia ad attenderla una Barcellona agguerrita

Dopo la debacle interna con Pistoia, Forlì scende in Sicilia per il terzo anno consecutivo, per affrontare la Sigma del presidente Bonina completamente rinnovata dopo l’ultima stagione altalenante.

Barcellona che annovera tra le sue file giocatori di altissimo livello, tra i più importanti citiamo Troy Bell (uomo salvezza di Sant’Antimo nella stagione passata) e Craig Callahan (campione tramite playoff con Brindisi), per la terza stagione di fila tenterà la scalata alla Serie A e con il roster messo a disposizione di coach Perdichizzi, non dovrebbero avere grossi problemi ad arrivare nelle prime quattro del campionato.

 

Forlì, come dicevamo, è reduce da una sonora sconfitta in casa, ma soprattutto dall’involuzione della sua stellina Roderick, che contro la GTG Pistoia oltre a sembrare svogliato in campo è riuscito a collezionare solamente 4 miseri punti, 5 falli e 3 perse in 24 di gioco.

Nelle file romagnole, finalmente potrà debuttare l’italo argentino Bernardo Musso dopo aver scontato i 2 turni di squalifica della passata stagione. Forse non basterà quest’innesto per vincere a Cefalù (il campo dell’Igea è squalificato), ma sicuramente aumentando le rotazioni sugli esterni, sarà un’arma in più per coach Dell’Agnello da poter utilizzare in caso di difficoltà. Barcellona a differenza di Pistoia è una squadra meno incentrata al gioco da sotto e a ragionare palla in mano, lo dimostra l’ultimo match contro Napoli dove le due compagini si sono date battaglia per 45’ di gioco dopo una partita giocata punto a punto.

I precedenti in legadue

Nelle due precedenti partite giocate al PalAlberti è sempre uscita vincente la Sigma, 85-80 nella passata stagione e 92-90 in quella precedente. Messa in questi termini, anche se si gioca in campo neutro, il seguito barcellonese sarà numeroso, (grazie alla società che mette a disposizione i pullman per i propri supporters). Ci si aspetta una reazione d’orgoglio in casa Le Gamberi Foods, perché la squadra vincente all’esordio a Veroli è sembrata solamente lontana parente di quella vista domenica al Pala Credito.

In Campo

I siciliani schierano un quintetto favoloso, il play Green, Bell da Guardia, l’ala piccola è il naturalizzato Sanders, da “4” gioca Callahan e il centro è il veterano Cittadini. Senza contare che dalla panchina possono uscire un certo Ryan Bucci, al quarto anno in casacca giallorossa e i comprimari Mocavero, Giuri e Eliantonio. Forlì potrebbe schierare, a differenza delle prime due partite Spencer da play, Musso guardia, Roderick da “3” Todic come ala forte e Soloperto Pivot.
Le rotazioni romagnole si allungano e i tifosi si augurano di avere quel qualcosa in più da Natali e Borsato senza dimenticare il duttile Simeoli e la promessa Tessitori.

Pronostico

Barcellona parte ovviamente favorita, ma lo sgambetto fatto dai biancorossi in ciociaria fa pensare ad un match tirato. Se doveste scommettere 10 euro sulla vittoria forlivese con 6 punti di scarto viste le quote sarebbe una buona riuscita.
60% Barcellona – 40% Forlì

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata