Forli’ poche speranze per il ripescaggio

A Forli si continua a lavorare per il ripescaggio in Legadue.Non sembrano esserci molte speranze in quanto nonostante i romagnoli siano i primi aventi diriitto non ci sarà il terremoto accaduto la scorsa estate.L’unica vera pista porta ad Ostuni come spiega al “Resto del Carlino” il nuovo g.m. Gino Natali:”La pista più concreta per il ripescaggio in Legadue passa dalle bianche case di Ostuni. Infatti nei giorni scorsi il gm della FulgorLibertas Gino Natali ha telefonato al sindaco e presidente della società pugliese, Domenico Tanzarella. Se parlassimo di politica la chiameremmo moral suasion. Natali ha tentato di far capire al patron di Ostuni che il mercato dei diritti oggi come oggi, vale ben poco. «Non c’è gente disposta a tirar fuori soldi quando fra un anno ci sarà la rivoluzione dei campionati. Gli ho detto che se hanno problemi finanziari, la via è l’autoretrocessione, permessa dai regolamenti. Bari rileverebbe il titolo? Non credo, visto da 5 mesi i giocatori non vedono un euro», dice Natali. In sostanza: Ostuni torna sua sponte in Dna e libera il posto per Forlì. Fattibile? Lo stesso manager toscano non vuole vendere illusioni: «Grandi possibilità non ci sono». Altrimenti bisognerebbe che saltassero tre club in A1: Teramo ok, ma le altre? E chi può salire dai dilettanti (Trento, Trieste o Ferentino) pare avere benzina nel serbatoio. «Lotteremo fino alla morte per la Legadue, ma intanto pensiamo a costruire una squadra forte, anche per la Dna»