ESCLUSIVA – Pierfrancesco Betti: “Come sempre la LegaDue regala grandissime emozioni”

Questa mattina, con nostro grande piacere, abbiamo raccolto l’esclusiva intervista ad uno dei più in gamba direttori sportivi del nostro basket: Pierfrancesco Betti. Grande esperto di basket e dotato di grandissime qualità nel scoprire giovani di talento, Betti è diventato uno dei nomi grossi del nostro basket grazie alla sua innata capacità di costruire ottime squadre senza poter contare su budget esorbitanti. Betti, per i pochi che non lo sapessero, è l’uomo che ha portato in Italia gente del calibro di Manu Ginobili e Carlos Delfino ed uno dei protagonisti del miracolo napoletano di qualche stagione fa, capace di vincere una Coppa Italia e di andare a giocare sui parquet più prestigiosi d’Europa.

Chiusa la parentesi la Trenkwalder Reggio-Emilia, il buon Pierfrancesco è alla ricerca dell’ennesima squadra e pare che la sua strada lo possa portare a restare nel suo amato Lazio, dato che l’interesse della Prima Veroli su di lui diventa sempre più insistente.

Direttore, innanzitutto grazie per essere intervenuto ai nostri microfoni. Può darci un giudizio su questo campionato di LegaDue? “E’ un piacere. Come ogni anno è un campionato molto esaltante e regala grandissime emozioni, sia in testa che in cosa, con un finale ancora tutto da scrivere”

Sono numerose le squadre che si stanno mostrando capaci di poter effettuare il salto di categoria, a suo avviso chi può realmente combattere fino alla fine? “Reggio Emilia e Pistoia stanno dimostrando una continuità di risultati che gli potranno permettere di lottare fino alla fine per la promozione diretta.
Alle loro spalle Brindisi, Scafati e Barcellona sono poi le altre squadre che lotteranno fino alla fine per raggiungere l’obiettivo finale della Lega A””

Lei che è stato molto vicino alle vicende del basket napoletano, cosa ne pensa della stagione dell’Igea Sant’Antimo? “Dopo qualche doveroso aggiustamento, S.Antimo sta ora lottando con determinazione per ottenere una sospirata salvezza. Il cammino è ancora lungo e pericoloso, ma le potenzialità per riuscirci, ci sono tutte”

Grazie a lei numerosi giovani sono oggi ottimi giocatori, altri stelle della NBA. Molti giovani ragazzi sono protagonisti in questo campionato di LegaDue, può farci qualche nome? “Il campionato di LegaDue è da sempre vetrina importante per i nostri giovani italiani. Non farei nomi rispetto ad altri, ma l’importante é continuare a fare in modo che possano giocare tutti, per migliorare e crescere”

Una sua opinione sulla Riforma del campionati? Pare che la LegaDue possa tornare al dilettantismo: “Come tutte le rivoluzioni epocali, è chiaro che i risultati saranno visibili solo dopo qualche anno. Di fatto e senza giri di parole è sotto gli occhi di tutti che l’intero movimento sta attraversando una profonda crisi con Società che ogni anno rischiano di scomparire : la rinuncia al professionismo potrebbe rappresentare una delle soluzioni possibili”

Cosa ci dice riguardo da un interessamento della Prima Veroli verso di lei? “Leggo esclusivamente quello che riportano i giornali. Di fatto Veroli ormai da anni, è una delle realtà più importanti a livello nazionale del nostro movimento. Vedere il mio nome quindi , può solo che farmi piacere”.

 

Augurando le migliori cose al direttore P. Betti lo si ringrazia sentitamente per l’intervista.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata