Doppio blitz esterno nei quarti di Coppa Italia Legadue

Doppia vittoria esterna nei due quarti di finale d’andata disputati ieri sera nella Coppa Italia di  Legadue Eurobet 2012/13: la Giorgio Tesi Pistoia ha espugnato il campo di Ferentino per 73-82, mentre la Sigma Barcellona ha piegato i padroni di casa della Pallacanestro Trento per 83-86.

La Fmc Ferentino di coach Gramenzi non è riuscita a vendicare la sconfitta contro i toscani nel primo turno di campionato, nonostante un buon inizio di gara (19-13 in favore dei ciociari a fine primo quarto). Ferentino raggiungeva nel secondo quarto il massimo vantaggio sul 29-20 al 12’, prima di subire la rimonta degli ospiti, che raggiungevano la perfetta parità a quota 41 al suono della sirena per l’intervallo. La squadra di casa al rientro dagli spogliatoi partiva ancora avanti nel punteggio (47-43 al 23’), poi tra gli uomini di Moretti si scatenava la coppia Cortese-Graves, e così Pistoia metteva la freccia fino ad arrivare al massimo vantaggio sul +7 (55-62 al 28’). Ad inizio ultima ripresa i pistoiesi con un break di 12-2 si portavano sul +17 (59-76 al 34’), mettendo definitivamente le mani sulla partita. Nel finale Ferentino ha comunque cercato la rimonta (73-78 al 39’) per mantenere in vita le proprie possibilità di passaggio nell’ottica del doppio confronto.

Fmc Ferentino-Giorgio Tesi Group Pistoia 73-82 (19-13, 41-41, 57-64)

Ferentino: Ekperigin 17, D. James 17, Pongetti 9, Carrizo 8, El Amin 7, Righetti 5, Guarino 5, Tomassini 3, Gurini 2

Pistoia: Graves 19, Cortese 20, Hicks 14, Alibegovic 11, Galanda 7, Saccaggi 5, Borra 2, Toppo 4

 

La Sigma Barcellona, senza il play Green,  come già accaduto nella giornata d’esordio del campionato ha battuto tra le mura amiche la Pallacanestro Trento, priva della sua stella BJ Elder,  per 83-86. La partenza del match è stata molto complicata per i siciliani, subito sotto in doppia cifra nel punteggio (10-0 per i trentini), poi però  gli uomini di Perdichizzi hanno corretto la rotta, ed la partita si è incanalata sul binario dell’equilibrio (18-18 al 10’).  Ad inizio del secondo quarto era la volta della Sigma tentare l’allungo (21-27 al 14’), ma all’intervallo il punteggio rimaneva in perfetta parità sul 38-38. Nella ripresa i padroni di casa con le iniziative del play argentino Forray raggiungevano il +5 (58-53 al 27’), ma a fine terzo quarto le lunghezze di distacco tra le due formazioni erano solo due (64-62 per i padroni di casa guidati da coach Buscaglia).  Nel cuore dell’ultima frazione Barcellona volava sul +8 (72-80 al 36’), ma con un contro break di 7-0 in un amen Trento rientrava subito in partita (79-80 al 37’). Nell’ultimo minuto si entrava con Trento avanti di un punto (83-82), poi però la freddezza dalla lunetta di Bell e Sanders regalava il successo finale ai siculi.

Pallacanestro Trento-Sigma Barcellona 83-86 (18-18, 38-38, 64-62)

Trento: Umeh 19, Garri 16, Forray 15, Dordei 12, Spanghero 9, Basile 2, Pascolo 10

Barcellona: Callahan 19, Sanders 14, Bell 14, Giuri 9, Bucci 9, Cittadini 7, Eliatonio 6, Mocavero 8