Capo d’Orlando: si separano le strade tra Upea e Matteo Palermo

Una delle ultime faccende da sistemare in casa Upea, prima di iniziare sul serio con la campagna acquisti, era la questione riguardante le riconferme per i giocatori con un contratto pluriennale: rescisso il contratto con Portannese (per volontà del giocatore), anche Matteo Palermo non farà parte del roster 2013/2014.

Dopo un’attenta valutazione da parte della società e di coach Pozzecco, volta a stabilire l’assetto della futura Orlandina e il giusto mix italiani-stranieri, il sodalizio di via Beppe Alfano ha preso la decisione di interrompere il rapporto con Palermo, arrivato la scorsa estate per giocare in DNA dopo le due promozioni di fila ottenute con gli Angels di Sant’Arcangelo di Romagna (paese vicino casa sua), con il quale l’Orlandina aveva un contratto 1+1 con possibile uscita di una delle due parti.

Dopo il ripescaggio lo scorso anno in Legadue, Palermo ha avuto la ghiotta opportunità di mettersi in mostra in un campionato professionistico, ben figurando sia durante la gestione-Bernardi (che lo aveva portato con lui a Capo d’Orlando) sia durante la gestione-Poz, il quale gli ha dato enorme fiducia come cambio del play e della guardia, complice anche il lungo infortunio di Marco Passera (inizialmente, infatti, Palermo avrebbe dovuto essere il suo sostituto).

Stagione chiusa con 2.7 punti e 2.2 rimbalzi in quasi 13 minuti di utilizzo. Lo scorso anno considerato under (classe ’91), quest’anno Matteo potrebbe restare nel giro della Legadue Gold oppure trovare maggior spazio un gradino più in basso, in Silver.

Le strane regole dei campionati, che ogni anno vengono modificate, hanno probabilmente influito sulla scelta dell’Orlandina di uscire dal contratto con Palermo, cercando con ogni probabilità un giocatore del suo stesso ruolo dal ’92 in giù.

Adesso resta soltanto da stabilire la situazione di Ciccio Pellegrino, sotto contratto ancora per due anni, il quale potrebbe andare in prestito in Legadue Silver.

Quasi certa, invece, la riconferma di capitan Benevelli, alla sua terza stagione in maglia biancoazzurra, che rappresenta il primo tassello dell’Orlandina 2013/2014.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *